Gli sport più originali e di tendenza per i bambini

Tra le nuove discipline consigliate e di moda per bambini e ragazzi troviamo parkour, krav maga, dancing e capoeira.

da , il

    Deve aiutare a crescere sani e agili, rafforzare il carattere, favorire la socialità e se possibile l’autostima. Non è facile scegliere lo sport giusto per i propri figli: i fattori di cui tener conto sono molti e tutti importanti. E, come se non bastasse, a ogni settembre “spuntano” attività nuove, dai nomi strani, mai sentiti, quasi misteriosi. Altro che pallavolo, ginnastica artistica e calcio. Palestre e circoli sportivi propongono adesso, tra le altre attività, Krav Maga, Parkour, Dancing e Capoeira. Prima di capire di cosa si tratta, c’è un dubbio di fondo da sciogliere: i “nuovi” sport sono meglio di quelli “vecchi”?

    “Le nuove discipline – dice Corrado Bait, aiuto responsabile del Centro di Chirurgia del Ginocchio e traumatologia dello sport dell’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano (Milano) e socio del centro specializzato Physioclinic di Milano – hanno il tratto comune di nascere da attività già ben codificate, a cui aggiungono divertimento e coinvolgimento, cioè musica e a volte un po’ di brivido. In linea generale, quindi, più che di assolute novità si tratta di ‘mix’ inediti, che però hanno maggiori possibilità di favorire quella costanza che è così importante ai fini dell’allenamento e per migliorare il coordinamento. Soprattutto nell’età evolutiva, il divertimento e il gioco sono fattori chiave: senza, è impossibile ottenere un impegno duraturo”.

    Fatta questa premessa, ecco una piccola carrellata delle ultime novità, dagli 8 anni in poi.

    Parkour

    I comuni mortali sono abituati, nei loro tragitti in città, a percorrere strade che aggirano le siepi, le reti e i muri. Chi fa parkour, no: se incontra questi ostacoli, semplicemente li salta e li scavalca. Nato in Francia negli anni 80, il parkour è un’attività che celebra il massimo della libertà, senza arrendersi agli ostacoli o meglio considerandoli sempre e comunque superabili. Un insegnamento, inutile dire, che è fenomenale quando si cresce e si ha bisogno di imparare a impegnarsi e a migliorare. “Attenzione però al fatto che, anche se un po’ ‘addomesticato’ nella versione palestra, il Parkour rimane uno sport ad alto impatto, con un forte rischio di infortuni“, dice Bait. E’ un’attività sicuramente coinvolgente, soprattutto per chi ama le sfide, che ha il vantaggio di unire il potenziamento muscolare all’attività aerobica.

    Per chi sì, per chi no:

    Il Parkour in palestra è indicato per bambini e ragazzi che non hanno problemi alle articolazioni e che, già in partenza, sono in buona forma fisica. Particolarmente adatto per chi ha bisogno di sviluppare la propria autostima, sicura conseguenza dell’imparare a non farsi fermare dagli ostacoli.

    Dancing

    Cantare, ballare, divertirsi. Sono le tre parole chiave del Dancing, che nasce dall’incontro tra karaoke e ballo. Come funziona? Ovviamente si canta, ma su queste parole e su questa musica si balla anche, seguendo le coreografie illustrate dall’insegnante e trasmesse su un grande schermo alle sue spalle. Il Dancing aiuta a sviluppare il coordinamento, in particolare con la respirazione, ed è una forma di allenamento abbastanza completo, perché coinvolge tutti i principali muscoli del corpo.

    Per chi sì, per chi no:

    E’ l’attività ideale per bambini e ragazzi che si divertono mettendosi in gioco ed esibendosi. Per la stessa ragione, è difficile immaginare una proposta peggiore per gli inguaribili timidi, che corrono il rischio di rimanere paralizzati dall’imbarazzo. E’ un’attività piuttosto completa e decisamente aerobica. Insomma, un buon allenamento a 360°.

    Krav Maga Fitness

    Il Krav Maga è una disciplina israeliana il cui nome letteralmente significa combattimento a breve distanza. Nell’abbinata con il fitness, si insegnano le principali mosse del Krav Maga nell’ambito di coreografie e quindi in versione più soft e piacevole, a ritmo di musica. A differenza delle arti marziali, sempre basate su un approccio attendista (solo quando l’avversario attacca si risponde difendendosi) il Krav Maga contempla anche la possibilità di sferrare l’attacco, insomma di fare la prima mossa. E anche scegliere la strategia da seguire (dalla fuga all’attacco, senza dimenticare la difesa) fa parte dell’insegnamento del Krav Maga.

    Per chi sì, per chi no:

    Il Krav Maga Fitness è una disciplina adatta a tutti e in particolare a chi ha bisogno di aumentare il proprio senso di sicurezza, un senso strettamente connesso con la consapevolezza di sapersi difendere, in caso di necessità. È ideale per bambini e ragazzi molto attivi, che non si “scaricano” mai.

    Capoeira

    Un po’arte marziale, un po’ danza, un po’ gioco, la Capoeira è una discplina nata tra gli schiavi africani del brasile, caratterizzata da movimenti molto fluidi e armoniosi (non a caso, si svolge a ritmo di musica). La sua origine “guerriera”, di lotta di liberazione contro gli schiavisti, nei secoli si è arricchita delle regole (e possibili variazioni) tipiche dei giochi. Si esegue in cerchio, rispettando turni e una sorta di “dialogo” ideale. È una discplina completa, perché sviluppa tutti i muscoli del corpo, insieme a coordinamento, autocontrollo e rispetto degli altri.

    Per chi sì, per chi no:

    La scelta giusta per chi tende ad essere indisciplinato e poco attento agli altri. Adatta a femmine e maschi, piace sicuramente ai più creativi e a chi è attirato dai movimenti acrobatici.

    Dolcetto o scherzetto?