Gli infusi utili durante la gravidanza

Scopriamo quali sono gli infusi utili durante la gravidanza, quali le loro proprietà, come prepararli e quando consumarli.

da , il

    Scopriamo quali sono gli infusi utili durante la gravidanza, bevande che contribuiscono ad alleviare i tipici disturbi della gestazione o che semplicemente favoriscono il benessere psicofisico. E’ bene ricordare che gli infusi non vanno affatto sottovalutati visto che, sebbene li si consideri rimedi leggeri, possono presentare anche controindicazioni, specialmente in un periodo delicato come i 9 mesi. Alcune erbe e fiori non sono infatti indicati in gravidanza poiché potenzialmente dannosi. Inoltre, prima di assumere qualunque infuso, è preferibile consultare il proprio medico di fiducia, in modo da assicurarsi che faccia per noi. Ogni donna, infatti, presenta quadri clinici differenti ed è bene tenerli in considerazione al momento della scelta dell’infuso.

    Infuso alla malva

    La malva è un rimedio naturale dalle proprietà lenitive, antinfiammatorie, espettoranti e lassative. Sono in particolare queste ultime a interessare le donne in gravidanza che, com’è noto, soffrono spesso di problemi intestinali. Un buon infuso di fiori e foglie essiccate è un vero toccasana.

    Infuso all’altea

    L’altea è una pianta officinale nota per le proprietà protettive ed emollienti, efficace in caso di disturbi alle vie respiratorie e valida alternativa ai classici farmaci. I fiori di altea vanno bolliti in acqua insieme a qualche foglia e lasciati in infusione per una quindicina di minuti.

    Infuso al mirtillo nero

    Il mirtillo nero è ricco di acido folico che, come ben sanno le mamme, è fondamentale per la corretta crescita del feto. Si intuisce, quindi, come gli infusi a base di questo frutto siano altamente raccomandati in gravidanza. L’infuso viene preparato facendo bollire in acqua i frutti essiccati.

    Infuso all’equiseto

    L’equiseto, impiegato anche sotto forma di integratore, è noto per le proprietà diuretiche e di rimineralizzazione dei tessuti e viene talvolta consigliato anche in gravidanza sotto forma di infuso. Ma è bene precisare che al riguardo ci sono opinioni contrastanti, quindi prima di assumerlo è bene consultare il medico.

    Infuso al lino

    Anche il lino è ricco di proprietà benefiche, a partire dal rafforzamento del sistema immunitario. Per non parlare della sua utilità in caso di stitichezza, disturbo molto frequente nei 9 mesi. I semi di lino vengono utilizzati anche per la preparazione di decotti da far bollire in acqua per qualche minuto.

    Infuso al tiglio

    Il tiglio è indicato in gravidanza soprattutto a chi soffre di nervosismo e difficoltà a prendere sonno visto che agisce sul sistema nervoso. Per preparare l’infuso è sufficiente versare un cucchiaio di fiori in acqua bollente e lasciare in infusione per qualche minuto.

    Dolcetto o scherzetto?