Giornata Salvavita: un bambino a settimana muore soffocato dal cibo

da , il

    giornata-anti-soffocamento

    Giornata Salvavita: un bambino a settimana muore soffocato dal cibo. Se un tempo si credeva fosse una triste casualità, oggigiorno gli incidenti, talvolta mortali, dovuti all’ingerimento di cibi pericolosi sono una preoccupante realtà. In Italia un bimbo a settimana muore per soffocamento dovuto a ostruzione delle vie aree. La gran parte dei genitori ignora le manovre salvavita da adottare in questi momenti, in cui la tempestività d’intervento fa davvero la differenza. Ed è per questo che è stata lanciata la prima Giornata Nazionale sulle manovre di Disostruzione in età pediatrica, prevista per il 23 aprile, promossa dal Ministero della Salute.

    Lo scenario è a dir poco preoccupante visto che solo in Italia, ogni anno, oltre 50 bambini muoiono per soffocamento dovuto al cibo. Secondo il Ministero della Salute l’aumento degli incidenti è legato alla disinformazione, i genitori ignorano le cosiddette manovre salvavita, fondamentali per poter intervenire tempestivamente ed efficacemente. Trattandosi peraltro di un incidente banale, che può capitare a tutti, attenti o meno attenti, informarsi al fine di prevenire tragedie è doveroso in quanto genitori responsabili. Lo ha ribadito il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, sottolineando che “30 secondi di distrazione” possono davvero fare la differenza.

    Il cibo, a dispetto di quanto si pensi, è addirittura più pericoloso dei giocattoli, basti pensare che gli alimenti causano l’80% dei soffocamenti, il 67% dei quali riguardano bambini di età compresa fra 0 e 3 anni. Lo statistico Dario Gregori della Scuola di Medicina dell’Università di Padova ha affermato che “nel Registro europeo per gli incidenti da soffocamento nei bambini sono in totale 25mila dal 2004 ad oggi i casi di questo tipo descritti, e in Italia nel decennio 2003-2013 si sono avute 5868 ospedalizzazioni per incidenti alle vie aree superiori.” Tragedie che spesso avvengono in presenza dei genitori, assolutamente ignari dei pericoli insiti in alcuni cibi e delle operazioni da mettere in atto in caso di pericolo.

    Un problema sempre più diffuso che va arginato il prima possibile ed è a questo scopo che il Ministero della Salute ha concepito la prima Giornata Nazionale sulle Manovre di Disostruzione in età pediatrica, prevista per il 23 aprile a Roma e in altre città italiane. Importante iniziativa tesa a informare i genitori sull’argomento insegnando loro le manovre antisoffocamento. Alla Manifestazione prenderà parte l’Associazione “30 ore per la vita” con un testimonial d’eccezione, Lorella Cuccarini.

    GUARDA IL VIDEO SULLA MANOVRA ANTISOFFOCAMENTO