Giochi da fare in spiaggia con i bambini

da , il

    Bambini giochi spiaggia

    Giochi da fare in spiaggia con i bambini? Un’infinità: sì perché quando si tratta di intrattenere e far divertire i piccoli in vacanza la spiaggia è davvero la location ideale. Ideale perché già di per sé, senza aggiungere altri attrezzi o strumenti, giocattoli o accessori, offre molti spunti e mille possibilità. Dai giochi in acqua, tra tuffi e salti, nuotate e molto altro. Ai giochi con la sabbia, a suon di castelli da erigere o buche da scavare. E questi sono solo alcuni degli esempi possibili. Vediamone altri.

    Quando si tratta di mare e di spiaggia, i bambini solitamente non resistono ai giochi da fare con la sabbia. Dai più classici, che non passano mai di moda nonostante le generazioni 2.0, la tecnologia sempre più onnipresente e i giocattoli sempre più moderni, come la costruzione di castelli e altre forme, complete di recinzioni e ponti elevatoi, torrette e finestrelle a suon di paletta e secchiello. Sempre dal sapore vintage, ma nemmeno troppo, anche le biglie, che permettono ai bambini di divertirsi in spiaggia, costruendo labirinti e percorsi complicati, piste per farle correre veloci e gareggiare con i coetanei spendendo pochi euro.

    I più sportivi possono interpretare la spiaggia e la sabbia come un terreno di gioco. Gioco che può essere declinato in diversi modi, dai racchettoni al beach tennis, dal beach volley al beach soccer. Nei primi due casi sono necessarie solo due racchette e una pallina, nelle altre due eventualità, invece, basta una palla e qualche amico con cui sfidarsi all’ultimo tiro in porta o all’ultima schiacciata vincente a rete.

    Se gli sportivi non vedranno l’ora di sgambettare sulla sabbia rincorrendo un pallone, magari anche in compagnia di mamma e papà e del resto della famiglia, i sognatori possono sfruttare il fascino del mare e il vento che muove le onde per rincorrere l’aquilone e farlo volare in cielo.

    La spiaggia offre l’imbarazzo della scelta, ma il mare non è da meno. Dai classici giochi tra le onde, come salti e tuffi, bracciate e nuotate cercando di sfidare la corrente, fino ai giochi da fare anche in gruppo con l’aiuto di palle e palloni. Anche in acqua si può giocare a racchettoni o a pallavolo, ma si possono anche fare altre attività divertenti e anche istruttive, come lo snorkeling, armati di pinne, maschera e boccaglio, per ammirare i fondali e i pesci che lo colorano. Il tutto magari anche con l’aiuto e il sostegno di mamma e papà, che mentre controllano i bambini si divertono con loro.

    Dolcetto o scherzetto?