Fumo in gravidanza causa problemi motori ai bambini

da , il

    La scioccante verità sul fumo

    Non sono passati molti giorni da quando abbiamo affrontato il tema del fumo in gravidanza. In quell’occasione abbiamo detto che purtroppo può causare anche il cancro e che i rischi non solo durante i nove mesi, ma anche per assorbimento pregresso. Oggi aggiungiamo un tassello alle ricerche che continuano a essere fatte in materia. Gli scienziati svedesi dell’Università di Örebro sostengono che questo malcostume possa influire negativamente sulla coordinazione e sul controllo fisico dei bambini. Quelli che ne risentono di più sono proprio i maschietti.

    Lo studio ha coinvolto oltre 13mila bambini britannici che facevano parte del National Child Development Studio. Pensate che stiamo parlando di una ricerca davvero lunghissima: sono stati analizzati tutti i bambini nati nella stessa settimana di marzo del 1958 e sono stati seguiti per tutta la vita, fino a oggi.

    Al termine dello studio, i risultati sono stati molto chiari. I bambini che avevano avuto una madre che fumava almeno nove sigarette al giorno in gravidanza, avevano una maggiore difficoltà nel completare le prove – soprattutto quando utilizzavano la mano sinistra.

    Le prove non erano molto complesse: un test prevedeva di raccogliere 20 fiammiferi in una gara a tempo. Certo, la complessità sta proprio nell’agilità, che sembra essere condizionata dalla nicotina. «I nostri risultati suggeriscono che le donne che fumano durante la gravidanza corrono il rischio di danneggiare le capacità motorie del bambino. La nicotina interagisce con l’acetilcolina, che è un importante neurotrasmettitore e messaggero quando il cervello si sviluppa durante la fase fetale», spiega il coordinatore Larsson. Ricordiamo che il fumo danneggia il dna e può creare problemi psicologici.

    Dolcetto o scherzetto?