Filastrocche bambini per la primavera [VIDEO]

da , il

    Divertenti filastrocche per l'arrivo della Primavera

    Ecco qualche filastrocca per bambini, dedicate alla primavera. Oggi – dopo un lungo inverno – finalmente cambiamo stagione, anche se la natura non ha mostrato ancora un segno evidente di risveglio. Abbiamo così selezionato qualche filastrocche da leggere con i vostri bimbi per capire come funziona questa stagione, la più poetica e romantica dell’anno. Che ne dite? Dopo la festa del papà ecco un altro motivo per divertirsi con qualche gioco di parole, educativo e simpatico. E mentre attendiamo le fioriture, proviamo almeno a sognarle insieme.

    Filastrocche di primavera

    Arriva la primavera

    P rimule, tulipani e rose

    R ami pieni di mimose

    I fiori stan sbocciando

    M a nel frattempo la primavera sta arrivando;

    A d Aprile in questo mese

    V iva viva l’acero giapponese

    E le farfalle volando in cielo

    R estano a bocca aperta vedendo il melo,

    A rriva arriva la primavera e,

    se c’è una nuvola non è vera!

    Arriva la primavera!

    Signor Inverno

    non sei eterno

    presto giunge Primavera!

    I ghiacci sono sciolti,

    i fiori son già molti,

    gli alberi tornano folti.

    Signor Inverno

    non sei eterno,

    abbandona il tuo regno!

    Tutti gli uccelli

    con gioiosi trilli

    di maggio son segno!

    Filastrocca di primavera di Gianni Rodari

    Filastrocca di primavera

    più lungo è il giorno, più dolce la sera.

    Domani forse tra l’erbetta

    spunterà la prima violetta.

    O prima viola fresca e nuova

    beato il primo che ti trova,

    il tuo profumo gli dirà,

    la primavera è giunta, è qua.

    Gli altri signori non lo sanno

    e ancora in inverno si crederanno:

    magari persone di riguardo,

    ma il loro calendario va in ritardo.

    Filastrocche dedicate ai mesi

    Marzo pazzerello

    Ecco marzo pazzerello

    piedi nudi e giubberello

    ricci al vento e viso al sole.

    E’ una gioia rivederlo

    e se, a tratti, si fa mesto

    pur si rasserena presto

    e fischietta come un merlo.

    Aprile

    Io sono Aprile

    e sono il più gentile,

    tutti gli alberi li faccio fiorire,

    tutti gli uccelli li faccio cantare,

    giovani e vecchi faccio rallegrare.

    I mesi dell’anno

    A GENNAIO cade la neve

    lei scende lieve lieve;

    un pupazzo ci facciamo

    e tante palle ci tiriamo.

    A FEBBRAIO c’è Carnevale

    io mi vesto da animale,

    tu invece da Arlecchino

    e facciamo un bell’ inchino.

    A MARZO suona la campana

    stiamo a casa una settimana,

    la Pasqua ormai è arrivata

    mangiamo le uova di cioccolata.

    Ad APRILE è già primavera

    facciamo festa da mattina a sera

    spuntano i fiori in tutti i prati

    e mangiamo dei bei gelati.

    A MAGGIO tornano i rondinini

    sono felici tutti i bambini

    sono più lunghe le giornate

    facciamo belle passeggiate.

    Le ciliege maturano a GIUGNO

    ne mangiamo un bel pugno

    finalmente la scuola finisce

    ed ogni bambino gioisce.

    A LUGLIO si va al mare

    tanti giochi si possono fare

    col secchiello e la paletta

    costruiamo una casetta.

    Ad AGOSTO in campagna

    per il caldo ci si lagna

    tutti cercano uno stagno

    per potersi fare un bagno.

    A SETTEMBRE si fa il vino

    ne beviamo un bicchierino

    poi a scuola ritorniamo

    e con i compiti ricominciamo.

    Ad OTTOBRE vado nel bosco

    ogni fungo io conosco

    poi per Halloween mi travesto

    faccio scherzi e scappo lesto.

    A NOVEMBRE a casa mia

    tutte le foglie volano via

    torna anche il freddo birbone

    dovrò mettermi il maglione.

    A DICEMBRE c’è Natale

    ed io sogno di volare

    con le renne sulla slitta

    tra la nebbia fitta fitta.

    Filastrocche sui fiori

    I Fiori di primavera

    Primule, tulipani e rose

    Rami pieni di mimose

    I fiori stan sbocciando

    Ma nel frattempo la primavera sta arrivando;

    Ad Aprile in questo mese

    Viva viva l’acero giapponese

    E le farfalle volando in cielo

    Restano a bocca aperta vedendo il melo,

    Arriva arriva la primavera e,

    se c’è una nuvola non è vera!

    (notate che le lettere con cui iniziano le strofe della filastrocca sopra formano la parola primavera)

    Fiori! Fiori! Fiori!

    Fiori! Fiori! Fiori!

    Cuori dei giardini

    Fuori! Fuori! Fuori!

    Gigli e ciclamini

    Fuori tutti quanti!

    Petali e corolle

    Soffi soffocanti

    Di profumo molle

    Fuori dalla serra!

    Dritti sullo stelo!

    Dita della terra

    Che carezzano il cielo

    Il Girasole

    Il girasole tutto giallo

    nel suo prato inventa un ballo,

    guarda il sole alto alto

    e veloce fa un bel salto.

    Anche i bimbi saltano intorno

    con un grande girotondo…

    e cantano tutti in coro

    con la vocina tutta d’oro.

    Dolcetto o scherzetto?