Figli, le donne preferiscono la carriera alla maternità

da , il

    mom baby work

    I figli non sono al primo posto nei sogni femminili. Le donne, nel 75% dei casi, sono disposte a rinunciare o a ritardare la maternità, per fare carriera. Lo dice un’indagine di Adecco in occasione della Festa della mamma. Sono state intervistate quasi 2.600 donne lavoratrici e il 42,8% ha sostenuto di voler avanzare professionalmente e al tempo stesso conciliare la vita familiare. La verità? È un sogno molto complicato e sono poche le donne che ci riescono. È questo il motivo ch induce le donne a rimandare il desiderio di avere un bambino.

    Le signore che investono sulla propria professione e non sono disposte a mettere da parte la carriera, sono costrette a molte rinunce. Per il 27% la rinuncia più diffusa è proprio avere un piccolino. Molto più importante è la vita di coppia e il tempo libero: due cose cui si rinuncia meno facilmente.

    Uno dei problemi principali è il diffuso maschilismo che vede ancora molti uomini favoriti ai posti di comando e la maternità viene vista come un treno da perdere, se si vuole arrivare in alto: insomma avere un figlio è una discriminante.

    Nonostante ciò le signore sono molto determinate a crescere professionalmente: il 28,50% delle intervistate punta successo professionale, il 27,12% a un buono stipendio: ma come si può fare? Probabilmente con una politica per le famiglie diverse? Servizi meglio studiati e più capillari, asili comunali e aziendali, orari scolastici più flessibili e magari costi più accessibili per tutti.