Festa di Halloween: giochi da fare con i bambini

da , il

    Zucca spaventosa per Halloween

    Manca poco alla festa di Halloween ed i bambini non vedono l’ora di immergersi in questa ricorrenza misteriosa e decisamente paurosa. La festa di Halloween arriva a noi dagli Stati Uniti e deriva da una leggenda di origine irlandese impiantata negli U.S.A. proprio dagli immigrati provenienti da quell’isola. Ormai è una tradizione apprezzatissima anche da noi, a base di travestimenti,di zucche intagliate, di spiriti burloni, streghe, di storie macabre e dell’immancabile “dolcetto o scherzetto“? Ecco i giochi più divertenti e spaventosi che potrete fare con i vostri bambini.

    Vi vogliamo quindi suggerire una serie di simpatici giochi da fare in casa, naturalmente a tema “pauroso“, perfetti per una festicciola di Halloween con tanti bambini scatenati e desiderosi di divertirsi. Sono tutti molto semplici da organizzare, con regolamenti elementari, adatti a bimbi di tutte le età… adulti inclusi!

    Pesca la mela

    Questo è proprio un classico gioco di Halloween, che i bambini anglosassoni organizzano sempre in questa occasione. Ne esistono due varianti, a voi la scelta. Nel primo caso, ci occorrerà una grossa bacinella da riempire d’acqua, sulla quale si faranno galleggiare un bel po’ di mele, tante da ricoprire tutta la superficie. si divideranno i bimbi per squadre e, a turno, ogni bimbo, per il tempo di un minuto (cronometrato), dovrà cercare di “acchiappare” la mela con la bocca, tenendo le mani legate dietro alla schiena. Vince la squadra che pesca più mele. Nella seconda variante, le mele verranno appese ad un supporto tramite un filo legato al picciolo (che sia bello saldo), i bimbi, suddivisi in coppie e in squadre, avranno un minuto per mangiarla tutta. Vince la squadre le cui coppie siano riuscite nell’impresa di far fuori più mele.

    La mummia di Halloween

    Si formano delle squadre composte da tre bimbi ciascuna. In un tempo stabilito, i due bambini dovranno avvolgere il terzo nella carta igienica, proprio come fosse una mummia. Vince la squadra che esegue il miglior lavoro nel minor tempo possibile.

    Caccia alla strega

    Su una lavagna, o, in alternativa, su una parete, si attacca un bel disegno raffigurante una stregaccia brutta e cattiva, con tanto di porro al naso e cappellaccio. A turno, ogni bambino verrà bendato e fornito di chewingum da masticare (di quelle che fanno le bolle e non si attaccano, mi raccomando) o, eventualmente, di un pezzo di plastilina colorata, e dovrà tentare di “beccare” il nasone della strega in un unico tentativo. Vince il bimbo che riuscirà a centrarlo in pieno.

    Il pauroso calderone dello stregone

    Gioco di memoria visiva. Si prende un pentolone bello grande e lo si riempie di cose “spaventose”: ragni finti, dita mozzate, occhi di gomma, ma anche altri giochini come pezzi di costruzioni, palline, macchinine e quello che trovate in giro. I bambini, divisi in squadre, verranno fatti avvicinare al calderone e potranno visionarne il contenuto per un minuto. Dopodichè verranno spediti a posto e, in un tempo cronometrato, dovranno scrivere su un foglietto il maggior numero di oggetti. Logicamente vince la squadra che ne elenca di più.

    Il cappello della strega cattiva

    Vi servono un pentolone e un cappellaccio da strega. Fate collocare in cerchio i bimbi, con al centro il calderone. Fate partire una musica “Horror” e, sulle sue note, i bimbi, a turno, dovranno indossare il cappello della strega e improvvisare una danza macabra per qualche secondo prima di passare il copricapo al vicino. Spegnete la musica all’improvviso, il bambino che avrà il cappello della strega in testa in quel momento verrà eliminato. Il gioco finisce quando vengono eliminati tutti e l’ultimo che rimane sarà il vincitore.