Festa della mamma: lavoretti con la pasta di sale [FOTO]

da , il

    Festa della mamma, perché non realizzare degli splendidi e originali lavoretti in pasta di sale? Basta preparare l’impasto, colorarlo prima o dopo, assemblarlo a dovere per dar vita a piccoli e grandi oggetti, decorazioni e addobbi davvero unici. Dalle ghirlande con dettagli floreali, alle targhe da appendere alla porta o alle pareti, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

    La pasta di sale

    Per realizzare l’impasto servono: una tazza di farina; una tazza di sale; una tazzina di acqua. Mettere tutti gli ingredienti della ricetta in una bacinella, mescolare con un mestolo di legno, aggiungendo gradualmente l’acqua. Quando l’impasto comincia a prendere forma, si consiglia di lavorarlo con mani e mattarello su un tagliere di legno. Per evitare che la pasta di sale si secchi, meglio coprirla con una pellicola trasparente per conservarla qualche giorno è necessario riporla in frigorifero.

    La ghirlanda per la mamma

    Ghirlanda in pasta di sale

    Una ghirlanda interamente realizzata con la pasta di sale, da regalare alla mamma in occasione della sua festa imminente. Ideale come decorazione, da appendere alla parete o alla porta di casa, ma anche da utilizzare come soprammobile o come originale centrotavola con l’aggiunta di candele, fiori o altri accessori.

    Per crearla basta la pasta di sale, acquarelli, pennelli, vernice trasparente (flating), carta da forno, coltellini o palette. Innanzitutto si preparano tre strisce di pasta di sale di uguali dimensioni, sia in termini di spessore, sia di lunghezza e di larghezza, che vanno intrecciati per formare la base della ghirlanda. A questo punto, dopo aver composto la treccia e la ghirlanda, che può essere tonda, come da tradizione o, vista l’occasione, anche a forma di cuore, non resta che decorarla a dovere sempre a colpi di pasta di sale. Allo scopo si possono creare elementi di diversa forma e dimensione: cuori e cuoricini (facilmente realizzabili grazie alle formine per biscotti, per esempio); fiori o foglie, come la rosa o la calla; frutta di vario genere; verdure; lettere per comporre una scritta; fiocchi e fiocchetti.

    Create le decorazioni e posizionate al posto prescelto sulla ghirlanda, bisogna mettere il tutto in forno ventilato a basse temperature (50-60°) per due ore, adagiando la creazione in pasta di sale su un foglio di carta forno. Una volta cotto, solidificato completamente e raffreddato, è il momento del tocco finale, da vero artista, a colpi di colore e pennelli. L’ultima fase è la lucidatura, da effettuare grazie alla vernice trasparente (ne esistono anche in pratico formato spray per velocizzare e facilitare l’operazione).