“Felice Coincidenza”, così si chiamerà la figlia di Hugh Grant. Un nome, una garanzia… ?

da , il

    Felice Speranza figlia Hugh Grant

    Come vi abbiamo prontamente informato, Hugh Grant ha una figlia, nata poco più di un mese fa e frutto della relazione “fugace” con una bella ragazza di origine cinese, Tinglan Hong, detta Ting Ting. Naturalmente l’attore – 51 anni, scapolone impenitente dopo la fine della lunghissima love story con Elizabeth Hurley – ha fatto sapere di essere molto felice di questa paternità improvvisa, e noi gli crediamo. E se tanto ci dà tanto, il nome che la madre avrebbe imposto alla bambina, potrebbe avere proprio a che fare con il desiderio di avere al proprio fianco l’interprete di About a boy e Notting Hill, almeno come figura genitoriale per la bimba, viste le circostante un po’ fortunose del concepimento.

    Infatti, a quanto pare, “Felice Coincidenza” sarebbe proprio il curioso ma ottimistico nome che la piccola Grant si porterà dietro, speriamo “felicemente” per tutta la vita. Se questo nome dal gusto chiaramente orientale che in inglese suona “Happy Accident”, in qualche modo celebra proprio il caso che produce felicità, in questo caso sotto forma di un figlio, non vi paia troppo strana come scelta. Ancora più curioso è il soprannome che la madre avrebbe già deciso di dare alla sua bimba: Bamboo, nientemeno…

    E pensare che Grant aveva pensato di chiamare la sua piccolina Jessica, davvero troppo banale! Secondo quanto rivelato al Daily Mail da un ex di Ting Ting, Robert Hodge, in realtà Hugh Grant non si sarebbe comportato in modo molto affettuoso nei confronti della neo mamma. “Non ho alcun rancore nei confronti di Grant per essersi messo con Ting Ting – ha affermato – ma non credo che sia stato così premuroso come invece avrebbe dovuto essere, né che voglia assumersi le sue responsabilità”.

    Sempre secondo quanto rivelato da Hodge, infatti, il bell’attore avrebbe già un’altra relazione, con una ballerina, e questa improvvisa paternità sarebbe stata vissuta come un contrattempo inopportuno. Chissà, solo i diretti interessati sanno davvero come sono andate le cose, e alle parole di un ex, sinceramente non crediamo di poter attribuire tutta questa attendibilità. Noi, invece, ci auguriamo che Hugh, seppur, preso alla sprovvista da questa “Felice Coincidenza”, saprà ottemperare ai suoi doveri di bravo papà nel modo migliore!