Febbre nei bambini: i rimedi naturali efficaci

Conoscere il sintomo della febbre e i consigli su come curarla in modo naturale

da , il

    Febbre nei bambini: i rimedi naturali efficaci

    La febbre nei bambini è una condizione frequente perchè causata da molti fattori, ma quali possono essere nello specifico queste cause? E quali sono i rimedi naturali efficaci per abbassarla? Anche se nella maggior parte dei casi non è sinonimo di una malattia seria, è comunque importante imparare a conoscerla meglio e sapere anche quando chiamare il pediatra.

    Cause della febbre

    La febbre è un meccanismo di difesa dell’organismo volto a combattere le infezioni. L’innalzamento di temperatura ostacola la proliferazione batterica e virale e serve a segnalare che qualcosa non va. Le infezioni che possono causare la febbre nei bambini sono innumerevoli, ma le più comuni sono quelle respiratorie come raffreddore, influenza, mal di gola, bronchite. Talvolta la febbre può essere causata dall’utilizzo di alcuni farmaci o può manifestarsi in seguito ai vaccini. Vanno sfatate invece le dicerie sulla cosiddetta febbre da denti, poichè non esiste infatti alcun legame tra l’aumento della temperatura e l’uscita dei dentini.

    Rimedi naturali

    Generalmente per combattere la febbre è sufficiente far riposare i bambini e idratarli molto.

    Nella maggior parte dei casi infatti si riprendono in poche ore, ma se la durata della febbre è maggiore e si manifestano sintomi quali vomito, disidratazione e malessere intenso i rimedi naturali che si possono adottare sono diversi.

    • Con la febbre il corpo consuma molti liquidi, che vanno quindi ripristinati invitando il bambino ad assumere tisane, succhi, centrifugati e spremute di frutta e verdura. Sono da preferire gli alimenti che contengono Vitamina C come il kiwi e gli agrumi.
    • Per abbassare la febbre si possono utilizzare alcuni rimedi omepatici da sciogliere in poca acqua o nel biberon. La dose da utilizzare sono 3 granuli da 9 CH ogni 2 ore di: – Eupatorium perfoliatum: se oltre la febbre sono presenti tosse e raffreddore. – Ferrum phosphoricum: se oltre la febbre sono presenti mal di gola e otite. – Gelsemium sempervirens: se oltre la febbre è presente mal di testa. – Bryonia alba: se oltre la febbre sono presenti dolori intercostali, tosse e bronchite.
    • Fra i rimedi fitoterapici da utilizzare con i bambini dai 3 anni in su, per abbassare la febbre si può optare per l’estratto secco di Uncaria tomentosa o di Echinaceda, entrambi da diluire in acqua.
    • Per sconfiggere i virus influenzali nei bambini si può utilizzare la propoli glicolica sfruttando le sue proprietà antivirali.

    Ricordiamo anche che non è opportuno coprire troppo il piccolo, e che va fatto risposare in una stanza ne troppo calda ne troppo fredda, Vanno inoltre evitati i classici bagni freddi, il ghiaccio e gli impacchi di alcool, e soprattutto non somministrare antibiotici se non prescritti dal medico curante.

    Quando chiamare il pediatra

    Il pediatra va consultato in tutti i casi di dubbi e prima di somministrare ai bimbi un qualsiasi farmaco. E’ assolutamente indispensabile contattarlo nel caso di febbre nei bambini piccoli e nei casi di febbre molto alta e prolungata.

    Nello specifico, i casi in cui la febbre deve far preoccupare sono i seguenti:

    • se il bambino ha meno di 3 mesi e una temperatura maggiore di 38°;
    • se ha tra i 3 e i 12 mesi e temperatura superiore ai 39°;
    • se ha meno di 2 anni e la febbre dura più di 24-48 ore;
    • se ha più di 2 anni e febbre persistente.

    Quando il bambino piange ininterrottamente oppure non riesce a muovere il braccio o la gamba, cosa che implica il pericolo di convulsioni, è necessario chiamare il pediatra immediatamente.