Fascia porta bebè: come indossarla e qualche idea fai da te

da , il

    Di marsupi per neonati ne avrete di certo sentito parlare ma che dire delle fasce porta bebè? Da dove arrivano, dove si acquistano, come si indossano? Che abitiate in una grande città o in un piccolo centro avrete sicuramente incrociato qualche matrona africana a spasso con il bimbo in groppa. Quante volte vi sarete chieste cosa fosse quella fascia colorata da cui spuntava il visetto del neonato! Quante volte vi sarete interrogate su come facessero ad indossare quello strano mezzo di trasporto! In verità la fascia porta bebè è addirittura da preferire al passeggino, i vantaggi sono infatti molteplici: è comoda, i prezzi sono economici, lascia libere le mani, il peso del neonato è distribuito in modo omogeneo e soprattutto il bebè è a stretto contatto con il corpo della madre… proprio come quando viveva nel pancione!

    Come indossarla

    Le fasce porta bebè sono consigliate da ostetriche e specialisti in quanto vantaggiose sia per i bebè che per le mamme. Ne esistono di innumerevoli tipologie, elastiche, rigide, corte, ad anelli, tubolari e mei tai, nonché di prezzi variabili dai 50 ai 100 euro. Se indossate correttamente affaticano meno rispetto ai marsupi porta bebè, possono essere usate per neonati sino ai 3 anni di età e si portano in molti modi diversi, sulla schiena, sul fianco o sulla pancia in base alle proprie preferenze. Tra le posizioni più comode va citata quella sulla pancia, la fascia in questo caso va incrociata dietro la schiena e portata poi davanti facendola scendere dalle spalle. Se volete qualche istruzione in più su come indossarla date un’occhiata a questo video esplicativo.

    Qualche idea fai da te

    Se intendete creare da sole la vostra personalissima fascia porta bebè e prepararvi così alla pratica del baby wearing dovete innanzitutto procurarvi un morbido tessuto della lunghezza di circa 2,2 metri. Orlate tre lati con uno spessore di circa 6 mm, fissate con spille e procedete con la cucitura. A questo punto è necessario piegare e ripiegare a fisarmonica dal lato non orlato del tessuto per la lunghezza, le pieghe devono risultare un po’ più grandi del diametro degli anelli. Onde evitare di perdere le pieghe eseguite nei passaggi successivi è bene ricorrere a nastro adesivo di carta, da utilizzare affinchè il tessuto non si riapra. Il bordo piegato va inserito attraverso i due anelli, poi si piega nuovamente sul lato del tessuto al rovescio. Il tessuto va ben cucito sugli anelli, questa estremità supporterà il peso del bimbo. Ecco che la fascia è pronta, adesso può essere indossata intorno al corpo con gli anelli all’altezza della spalla. La tasca che viene così a formarsi è destinata al cucciolo d’uomo!