NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Farmaci per bambini: quali sono quelli da tenere sempre in casa

Farmaci per bambini: quali sono quelli da tenere sempre in casa

Ecco i medicinali indispensabili da tenere nell'armadietto dei farmaci

da in Bambini, Consigli Utili, Salute bambini
Ultimo aggiornamento:
    Farmaci per bambini: quali sono quelli da tenere sempre in casa

    Esistono dei farmaci da tenere sempre in casa quando si hanno dei bambini. Dai medicinali alla strumentazione per il pronto soccorso domestico per arrivare ai farmaci di prevenzione utili per ogni evenienza. Antipiretici in caso di febbre, pomate analgesiche per i traumi e soluzioni reidratanti per i problemi gastrointestinali sono solo alcuni dei prodotti che non possono mancare nell’armadietto dei medicinali.

    Prima ancora di elencare i farmaci per bambini da tenere in casa è utile ricordare che essi vanno conservati in un luogo ad hoc e non sparsi nei cassetti, e che la cassetta dei medicinali deve essere tenuta rigorosamente in un luogo non accessibile ai più piccoli, meglio ancora chiusa da una chiave. Meglio ancora se il luogo scelto è fresco, asciutto e al riparo dalla luce solare, ed esponiamo al suo interno i numeri utili in caso di emergenza come quello del pronto soccorso più vicino, della guardia medica, della farmacia, del medico di famiglia, del centro antiveleni e del centro ustioni.

    Il primo farmaco che non può mancare in casa è l’antipiretico, alleato prezioso per abbassare la febbre, solitamente il paracetamolo da scegliere in gocce, compresse o sciroppo a seconda di come il bambino preferisce assumerlo. Ovviamente va scelto anche il termometro, dove per i bambini è indicato quello a infrarossi che misura la temperatura messo a contatto con la pelle oppure, se dotato di un puntatore, anche a distanza.

    Utili quando il piccolo ha difficoltà a evacuare, i microlismi di glicerina, già pronti per l’uso, sono la soluzione migliore per i casi di stipsi nei bambini.

    Nei casi opposti, ossia in presenza di dissenteria e vomito, meglio avere a portata di mano le soluzioni reidratanti orali e i fermenti lattici, utili per reintegrare i liquidi persi e ridare il giusto equilibrio alla flora intestinale.

    Per i malanni da raffreddamento, utile un apparecchio per l’aerosol o uno strumento per effettuare i lavaggi nasali da utilizzare con la soluzione fisiologica in fialette per umidificare le mucose nasali dei bambini. Le malattie da raffreddamento potano spesso anche al mal di orecchio, un problema che arreca molto dolore al bambino. Da tenere a portata di mano le gocce pediatriche, che però devono essere sempre assunte su prescrizione del pediatra e per periodi brevi.

    Frequenti nei bambini, i traumi e le contusioni sono all’ordine del giorno, e nella cassetta dei medicinali è quindi meglio far entrare una pomata analgesica, come quella all’arnica per esempio, da applicare localmente, che può tornare sempre utile anche per curare gli strappi muscolari.

    Indispensabili, inoltre: il disinfettante liquido non alcolico, che è uno dei presidi medici che non dovrebbero mai mancare nel prontuario domestico, per disinfettare le ferite e le escoriazioni, evitando il rischio di infezioni.
    Impossibile anche stare senza una confezione di cotone idrofilo, i cerotti pretagliati di varie dimensioni, ma anche le garze sterili, le bende e le fasce elastiche dedicate alle piccole medicazioni di ferite, contusioni e lacerazioni.
    Consigliamo anche una borsa del ghiaccio oppure il ghiaccio secco istantaneo impiegato per lenire il dolore causato dai traumi e dalle contusioni.

    Nei casi di piccole bruciature, meglio avere in casa prodotti specifici contro le ustioni da scegliere in crema, gel o spray, e da applicare localmente per attenuare il rossore, il dolore e facilitare la cicatrizzazione della pelle.
    Utili anche le formulazioni contro le punture degli insetti grazie a prodotti repellenti protettivi per la pelle dei piccoli di casa, in crema, gel o spray, ma anche una pomata da applicare, quando la prevenzione non basta, sulle eventuali punture.

    Ricordiamo che alcuni medicinali dopo l’apertura vanno conservati in frigorifero, e che comunque tutti gli altri devono essere conservati correttamente in condizioni igieniche adeguate. Consigliamo altresì di conservare sempre sia l’involucro che il foglietto illustrativo perchè a distanza di tempo potremmo non ricordarci la posologia.
    E’ bene anche effettuare un controllo periodico del contenuto della cassetta dei medicinali, per controllare la data di scadenza dei medicinali e poter provvedere alla loro sostituzione. Ricordiamo che i farmaci scaduti non devono essere gettati tra i normali rifiuti casalinghi, ma conferiti negli appositi contenitori presenti all’interno o all’esterno delle farmacie, per evitare che questi possano avvelenare le falde acquifere.

    882

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniConsigli UtiliSalute bambini
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI