Età della prima gravidanza? Per le italiane è 32 anni

da , il

    Primo figlio 32 anni

    Le donne italiane affrontano la prima gravidanza e partoriscono il loro primo figlio (spesso l’unico) in media all’età di 32,4 anni, mentre per le straniere residenti nel nostro Paese si scende a 28,9 anni di media. Sono i dati ufficiali, risalenti al 2008, presentati nel VII Rapporto dell’Evento Nascita in Italia, che rileva e raccoglie le informazioni provenienti dal Certificato di Assistenza al Parto dei 551 punti nascita presenti nel territorio nazionale. Snoccioliamo qualche statistica e percentuale. Delle donne alle prese con il primo figlio, lavora il 58% e ha una scolarità medio-alta il 45,3%.

    Per quanto riguarda il parto vero e proprio, esso avviene tramite taglio cesareo nel 37,8% dei casi, una media decisamente superiore a quella europea, e in una struttura pubblica nell’88,4% dei casi. Per quanto riguarda le nascite da cittadine straniere, rappresentano il 16,9% sul totale dei parti, con delle punte significative in alcune regioni italiane, in particolare spicca il caso dell’Emilia Romagna, dove un quarto dei nuovi nati ha una mamma straniera.

    Per quanto riguarda l’età media della prima gravidanza, è superiore ai 31 anni in tutte le regioni italiane, il che, probabilmente, giustificherebbe l’alto numero di parti cesarei. Che dire di queste cifre, se non che dobbiamo ringraziare, per il lieve aumento delle natalità, alla fecondità delle straniere residenti in Italia.

    Non certo, e questo le mamme e i papà lo sanno molto bene, per le politiche familiari o di protezione per la donna che lavora che in particolare questo Governo si è impegnato a non perseguire. Tante parole vuote sul valore della famiglia, che non costano nulla. Ma poi, quando una donna sa che non verrà riassunta al suo posto di lavoro se restasse incinta, e i soldi servono, come si fa a pianificare una gravidanza?