Esercizi di preparazione al parto

da , il

    Esercizi pre parto con la palla

    Esercizi di preparazione al parto. Ecco alcuni esercizi utili per preparare il corpo, ma anche la mente, a un momento così importante, alla nascita della nuova vita. Dalle posizioni che possono aiutare, prima ma anche durante il parto, fino agli esercizi veri e propri, ideali per allenare, distendere e rilassare i muscoli delle gambe e del pavimento pelvico, ma non solo.

    La posizione della farfalla

    Una posizione utile per prepararsi al lieto evento, ma anche ottima durante il travaglio per favorire la discesa del piccolo lungo il canale del parto e alleviare i dolori provocati dalle contrazioni. La posizione della farfalla è un vero toccasana per tutta la zona pelvica, capace di facilitare la dilatazione del canale del parto, stimolando anche la circolazione, allenando e rilassando la muscolatura del pavimento pelvico che gioca un ruolo determinante durante il parto.

    Per eseguirla basta sedersi per terra, piegando le ginocchia e mantenendo la schiena dritta. Unire le piante dei piedi avvicinandole il più possibile al corpo. Appoggiare le mani sulle ginocchia e rilassarsi mantenendo la posizione per qualche minuto.

    Un esercizio contro il mal di schiena

    Per alleviare i dolori del mal di schiena, tipici soprattutto a poche settimane dal parto complice il pancione in piena espansione, ecco un esercizio facile e veloce. Si comincia sedendosi a cavalcioni sulla sedia, con le braccia incrociate e appoggiate alla spalliera. Appoggiando le punte dei piedi a terra, con i talloni rivolti verso la sedia, si divaricano le gambe, portando le ginocchia verso l’esterno. Inclinando leggermente e lentamente il busto in avanti, si mantiene la posizione per qualche minuto.

    Gli esercizi per il pavimento pelvico

    Ottimi durante tutta la gestazione, non solo prima del parto, gli esercizi per stimolare e rassodare il perineo, i muscoli del pavimento pelvico sono semplici e veloci. Si possono eseguire in qualunque momento, non servono attrezzi, strumenti particolari o luoghi precisi.

    Definiti anche esercizi di Kegel, per eseguirli basta contrarre per qualche secondo la muscolatura del perineo per poi rilasciarla. Il consiglio è di ripetere questa sequenza per più volte al giorno, in sessioni da cinque minuti ciascuna. Per individuare con precisione i muscoli del pavimento pelvico ed eseguire correttamente gli esercizi, è sufficiente un piccolo trucco: fare una prova durante la minzione, interrompendo il flusso di urina; sono quelli i muscoli da memorizzare e da utilizzare.