Esercizi di grammatica italiana per le elementari

da , il

    Esercizi di grammatica italiana per le elementari

    La scuola è finita da poco e alle mamme non resta che pensare alle vacanze: centri estivi, bagni al mare, gitarelle in montagna… Ma non è tutto qui! Con l’inizio delle vacanze, soprattutto se i bambini frequentano le elementari, inizia l’incubo dei compiti estivi: esercizi e libri da completare prima che arrivi settembre e bambini che non ne vogliono sapere. Matematica, italiano, storia e, soprattutto, la temutissima grammatica italiana.

    Regole, doppie, consonanti e vocali, analisi logiche e errori di ortografia sono l’incubo dei piccoli, ma anche dei grandi! Quanto tempo è passato dall’ultima volta che avete fatto un ripasso generale? Vi ricordate tutte le regole? Riuscirete ad aiutare i bambini a completare i compiti estivi? Ecco alcuni esercizi che potete fare insieme per ripassare le regole e allenarvi in vista di settembre.

    Gli esercizi per ripassare le regole principali

    All’inizio è bene fare un ripasso generale delle regole basilari quindi spazio a doppie, ai suoni simili (come p e b, ad esempio), le parole con la cq e l’uso della consonante h.

    Un gioco divertente che può aiutare i bambini a imparare senza sentire il peso di stare facendo i compiti è questo: disegnate insieme a loro oggetti, animali, cose che appartengono alla vostra vita quotidiana e scrivete sotto il loro nome. Ad esempio un gabbiano, una brocca piena d’acqua, una palla, un secchiello, una paletta. Insieme poi inventate una storia e provate a scriverla. In questo modo creerete un bellissimo libro delle fiabe che vi accompagnerà per tutte le vacanze e ripasserete l’ortografia senza annoiarli.

    Nomi comuni maschili e femminili, l’analisi logica e quella grammaticale

    Per i bambini un po’ più grandi, che sono già in terza o in quarta elementare è bene ripassare invece il genere dei nomi comuni: maschile o femminile? Singolare o plurale? E i plurali composti?

    Anche in questo caso è importante coinvolgerli senza però annoiarli o farli sentire sotto stress. Mentre passeggiate provate a descrivere quello che vedete intorno a voi: un’automobile, due automobili; la casa, le case; un pino, un abete e una betulla. Sarà più facile per i bambini ricordarsi le regole se possono associarle ad un caso pratico, ad un bel ricordo.

    Per chi è in quinta elementare invece, tocca usare carta e penna: l’analisi, logica o grammaticale che sia, purtroppo necessita di questi strumenti. Niente paura però, possiamo divertirci anche con loro. Prendete delle frasi dal loro libro preferito, da un fumetto che leggete spesso, scrivetele su un foglio e ritagliate ad una ad una le parole. Poi, sparpagliatele sul tavolo: toccherà ai vostri bambini ricreare il senso logico delle frasi, con soggetto, verbo e predicato. Spazio alla fantasia: magari in questo modo scoprite di avere in casa un piccolo scrittore!

    Dolcetto o scherzetto?