Esami gravidanza, tenere sotto controllo la tiroide

da , il

    tiroide gravidanza

    Le donne in gravidanza devono stare molto attente alla tiroide e fare gli esami più opportuni. Si celebra proprio in questi giorni la settimana della tiroide, in corso fino al 25 maggio, e ci sono davvero tante iniziative interessanti per difendere la salute delle mamme in attesa. Il programma prevede il 23 maggio a Roma, al Ministero della Salute, una conferenza sul tema e poi al policlinico Gemelli si attiverà un ambulatorio rivolto alle donne gravide nelle giornate di oggi, lunedì 21 (ore 8-17) e giovedì 24 (ore 8-13) presso il poliambulatorio del 7 piano (ala D), e per donne desiderose di diventare mamme nelle giornate di martedì e giovedì (ore 14-17) presso il Day Hospital di Endocrinologia.

    Come partecipare alle visite gratuite del Gemelli

    Fissare una visita è molto semplice. Bisogna chiamare la segreteria del Gemelli al numero 06 30154165 dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13 e dalle 14 alle 15. Potrete quindi prenotare il vostro appuntamento. Durante la visita verrà svolta un’ecografia della tiroide, una visita endocrinologica e ginecologica al fine di promuovere la iodoprofilassi. Inoltre, sarà eseguito uno screening precoce delle malattie tiroidee nelle donne e in particolare in quelle in gravidanza.
Gli appuntamenti, in occasione della Giornata mondiale della Tiroide, non saranno solo a Roma: controllate sul sito dell’ospedale più vicino a voi per verificare gli appuntamenti e le visite a disposizione delle donne. Inoltre, segnaliamo che il 23 maggio, alle 16, nella Sala Convegni della Banca Monteriggioni di Siena si terrà l’incontro “Tiroide e Gravidanza”. Più del 30% degli italiani hanno problemi di tiroide, soprattutto le donne (1 a 6). E’ importante se state programmando una gravidanza o siete già rimaste incinta tenerla sotto controllo e verificare che non ci siano problemi di nessuna natura.

    I problemi in gravidanza legati alla tiroide

    Purtroppo i disturbi della tiroide nel 50% dei casi non vengono diagnosticati per tempo e molte signore rischiano di avere serie complicazioni durante la gestazione. Il cattivo funzionamento può portare possibili danni neurologici al feto, può causare nascita pretermine o basso peso oppure il distacco prematuro della placenta. Gli ormoni della tiroide sono importantissimi per lo sviluppo cerebrale del feto che avviene nel primo trimestre quando il bambino utilizza gli ormoni tiroidei della madre soprattutto la tiroxina. Ipotiroidismo si manifesta anche in mancanza di iodio, per questo è consigliato l’assunzione, oltre all’acido folico (riduce 50-70% l’insorgenza di anomalie del sistema nervoso embrionale). Ma queste sono indicazioni che vi daranno il medico, non dovete mai fare il fai-da-te o l’autodiagnosi. Sbagliare non solo è semplice, ma è anche pericoloso.