Eritema da pannolino: rimedi e consigli

da , il

    Neonati eritema pannolino

    Eritema da pannolino, un’eventualità fastidiosa ma molto frequente tra i neonati. Un “incidente di percorso” quindi che ha come protagonisti quasi tutti i bimbi alle prese con giornate intere con il pannolino che, complici le temperature in rialzo e l’ambiente caldo umido che si forma al suo interno, rischia di causare la comparsa di irritazioni cutanee decisamente poco piacevoli. Ma cerchiamo di capire meglio di cosa si tratta, quali sono i rimedi più efficaci e i consigli utili per trattare l’eritema da pannolino.

    Di cosa si tratta

    Un problema che si manifesta in modo piuttosto evidente: il sederino del neonato è arrossato, coperto di macchioline o piccole piaghe. La dermatite da pannolino, non è altro che un eritema dovuto al contatto tra la pelle sensibile dei bambini piccoli e il pannolino. A partire dalle due settimane di vita, fino a circa due anni di età, infatti, tutti i piccoli sono colpiti almeno una volta da una forma più o meno leggera di eritema.

    Un disturbo frequente che, però, non va sottovalutato. Perché se il problema non viene affrontato in tempo, l’arrossamento si accentua e possono comparire anche piccole ulcerazioni. Infatti, la pelle di neonati è infatti molto delicata e si arrossa facilmente. Quindi, se, durante le pratiche di igiene quotidiana, ci si accorge che la pelle del bambino presenta segni di rossore, è bene prendere subito qualche precauzione, dai rimedi naturali alle pomate specifiche.

    Rimedi e consigli utili

    Non ci sono cure miracolose o regole infallibili. L’unica strategia vincente per prevenire e curare la dermatite da pannolino si basa su una scrupolosa igiene. Allo scopo, in particolare, il bambino va cambiato spesso, ogni volta che evacua e quando fa pipì. Di norma almeno sei o sette cambi il giorno nel primo anno di vita, da effettuare prima e dopo ciascun pasto, tenendo conto che quando il bebè è molto piccolo tende a scaricarsi poco, ma di frequente: anche 10-12 volte al giorno.

    Il cambio del pannolino sì, ma con le dovute cautele. Dopo aver tolto il grosso con le apposite salviette per i bambini, la pelle del sederino va pulita con un batuffolo di cotone imbevuto di latte detergente specifico, oppure con acqua tiepida e un detergente poco schiumoso. E, se la pelle è già arrossata e screpolata, il consiglio è di utilizzare solo acqua tiepida oppure una soluzione di ipoclorito al 5 per cento (si acquista in farmacia). Fondamentale anche asciugare con cura la pelle del bimbo, con una salvietta di spugna di cotone o di lino.

    Contro il rossore, si può applicare una pomata all’ossido di zinco, che garantisce una barriera protettiva tra la pelle e il pannolino e favorisce la rigenerazione della cute. A scopo preventivo, meglio evitare gli indumenti sintetici, che impediscono la traspirazione della pelle.