Eccezionale parto a Teramo: mamma subisce cesareo e intervento al cuore, riusciti entrambi!

da , il

    Cesareo e intervento cuore Teramo

    Un doppio intervento miracoloso quello che ha permesso ad una mamma di Teramo di salvarsi da un aneurisma all’aorta immediatamente dopo aver partorito, grazie ad un cesareo, la sua bimba. Entrambe stanno bene e potranno raccontare questa incredibile avventura che le ha viste ad un soffio dalla morte, e che anche a noi piace riportare, perché è davvero una bella storia di Sanità italiana a lieto fine. Nel pomeriggio di venerdì 16 settembre, La 32enne Veronica F., all’ottavo mese di gravidanza, sta lavorando come sempre nel suo ufficio, quando un violento dolore alla schiena la fa preoccupare.

    Chiama il 118 e arriva l’ambulanza che trasporta la donna all’ospedale di Atri, il più vicino. Una volta giunta nel nosocomio, per Veronica si ritiene necessario un trasferimento d’urgenza nel più attrezzato ospedale di Teramo, distante 48 Km, perché l’aneurisma disseccante all’aorta che le viene diagnosticato necessita di un intervento immediato, anche in considerazione dell’avanzato stato di gravidanza. A Teramo, viene predisposta per lei una sala chirurgica doppia, che deve ospitare un’equipe composta da 15 specialisti tra cardiochirurghi, ginecologi, anestesisti e infermieri.

    Un bel team, grazie al quale Veronica prima dà alla luce (con taglio cesareo) la sua bambina, perfettamente sana e del peso di 3 kg e ½, e poi, operata dal primario di Cardiochirurgia dell’ospedale di Teramo, Alessandro Mazzola, subisce la sostituzione della valvola aortica con un tubo detto “valvolato”. Un doppio, eccezionale intervento, per un doppio, miracoloso successo. Sentite le parole con cui il prof. Mazzola ha commentato l’operazione effettuata su Veronica:

    “L’intervento è riuscito, ma la cosa più emozionante è stata veder nascere la bambina nella sala operatoria di cardiochirurgia, considerate le condizioni critiche in cui si trovava la mamma. Non mi era mai capitato di effettuare un intervento di dissezione aortica in gravidanza”. Dal canto suo, la neo mamma non può che ringraziare i medici che hanno permesso a lei, e alla sua creatura, di potersi conoscere.

    “So che mi è capitato un fatto straordinario – ha detto – e credo che una buona stella mi abbia assistito. Ringrazio i medici e tutti quelli che mi hanno sostenuto e aiutato prima, durante e dopo l’intervento. Non vedo l’ora di avere la bambina con me, quando mi sono svegliata il mio primo pensiero è andato a lei”. Che gioia, poter raccontare storie così.

    Dolcetto o scherzetto?