E’ nata la Carta di Roma, contro gli abusi all’Infanzia

da , il

    violenza minori bambino carta roma

    Gli abusi sull’infanzia sono una piaga dolorosissima della nostra società, ma per fortuna qualcosa si sta muovendo. Certo, non si può sperare che ogni problema si dissolva, che tutti i deviati smettano di essere violenti nei confronti dei bambini, ma già studiare un protocollo internazionale è un passo avanti. È nata la “Carta di Roma” (da approvare oggi), che sarà poi adottata da Governi, enti pubblici e privati e comunità religiose.

    Questo il tema del The World’ s Children and the Abuse of Their Rights, al quale oggi parteciperanno le più autorevoli organizzazioni mondiali, numerosi esponenti delle istituzioni e della società civile.

    Stando ai dati Icmec, l’abuso ai diritti dell’infanzia è in continua crescita: ogni anno spariscono 8 milioni di bimbi e quasi 2 milioni vengono sfruttati sessualmente. Ci sono paesi, come Africa, Asia e America Centrale, dove i piccoli combattono la guerra e in Europa invece sono sempre più comuni i sequestri per affidamento. Una vergogna.

    Sono passati 20 anni dalla ratifica della Convenzione sui diritti del Fanciullo, per questo la giornata di oggi è particolarmente importante e permetterà di fare il punto e di elaborare una strategia comune per difendere i bambini: è fondamentale trovare sistemi di protezione nuovi, aiutare le famiglie nella crescita, ma anche nella difesa dei diritti dei loro bambini. La Carta di Roma ha proprio questo senso e deve essere il mezzo attraverso cui stimolare la comunità internazionale a fare di più.