Dolore all’inguine in gravidanza: cause e rimedi

Quali sono le cause e i rimedi del dolore all'inguine in gravidanza? Scopriamo da cosa dipende di solito questo disturbo che si presenta più facilmente a partire dal sesto mese, cosa fare, come distinguerlo da dolori simili e quali sono i rimedi migliori per prevenirlo e curarlo.

da , il

    Dolore all’inguine in gravidanza: cause e rimedi

    Quali sono le cause e i rimedi del dolore all’inguine in gravidanza? Si tratta di un dolore che può presentarsi nelle ultime settimane di gestazione, sul lato destro, specialmente durante lo sport o le camminate. Si dice sia dovuto allo stiramento del legamento rotondo, grazie al quale l’utero viene mantenuto in posizione. Durante la gravidanza questo legamento si assottiglia allungandosi e questo processo di stiramento può provocare dolore. Scopriamo cosa fare per il dolore all’inguine in gravidanza e quali sono le principali cause.

    Cause del dolore all’inguine in gravidanza

    Come premesso questo tipo di dolore, che si presenta generalmente dal sesto mese in avanti, spesso dipende dall’allungamento del legamento rotondo, che avviene man mano che l’utero cresce. Il pube è composto da 2 ossa che formano la parte inferiore dell’osso iliaco, le quali sono collegate dalla sinfisi pubica. In questa zona ci sono anche i muscoli adduttori della coscia e per questo il dolore, oltre che in prossimità dell’inguine, può propagarsi nella parte interna della gamba.

    Se il fastidio non riguarda solo l’osso pubico, può dipendere da altre cause, per esempio un disturbo alla schiena o un appoggio scorretto del piede. In questi casi può rivelarsi utilissima l’osteopatia.

    In caso di dolore o di crampi all’inguine a inizio gravidanza, è probabile che si tratti di marcata contrattilità uterina, che può rappresentare una minaccia d’aborto. E’ quindi fondamentale contattare subito il medico per accertamenti.

    Nel terzo trimestre generalmente si presentano fitte all’inguine destro ma può capitare anche dolore all’inguine sinistro. Il disturbo, che in questo caso è innocuo, si presenta con maggiore frequenza quando:

    • Si cambia posizione spostando il baricentro in avanti.
    • Il peso del bambino inizia a gravare sul bacino.
    • Si fa eccessiva attività fisica.

    Sebbene si tratti di un disturbo innocuo, è importante riconoscerlo correttamente perché in alcuni casi le fitte all’inguine a fine gravidanza possono far pensare anche a parti prematuri ed essere confuse con dolori di altra tipologia.

    Dolore all’inguine in gravidanza: rimedi

    Prima di passare ai rimedi è importante capire se si tratta davvero di dolore all’inguine dovuto alle cause spiegate in precedenza. Le fitte all’inguine a fine gravidanza possono infatti far pensare anche a parti prematuri ed essere confuse con dolori di altra tipologia. E’ quindi molto importante consultare il medico se si provano dolori simili.

    A livello preventivo si consiglia di:

    • Evitare di rimanere troppo a lungo in una data posizione
    • Evitare movimenti bruschi piegando i fianchi prima di un eventuale starnuto o una risata
    • Utilizzare fasce di sostegno per la pancia nel corso della giornata
    • Dormire con dei cuscini tra le gambe e sotto la pancia
    • Evitare un’attività fisica eccessiva
    • Evitare di passare troppo tempo in piedi
    • Evitare di caricare il peso sulle due gambe contemporaneamente quando si scende dal letto o dall’auto
    • Infilare calze e pantaloni da sedute

    Per quanto riguarda i rimedi, gli esperti consigliano soprattutto terapie fisiche come Osteopatia e attività in acqua per rilassare i muscoli, mentre per attenuare il dolore consigliano paracetamolo.