Depressione post partum più frequente dopo il cesareo

da , il

    depressione post partum cesareo

    La depressione post partum è più diffusa tra le donne che hanno partorito con taglio cesareo. Questo almeno quanto sostengono i ricercatori della Yang-Ming University di Taiwan dopo un lungo e attento studio, durante il quale hanno dimostrato che il rischio di baby blues aumentava con questo tipo di parto almeno del 48%. C’è da chiedersi come mai questa correlazione? È davvero interessante capire come una tecnica collaudata da tantissimi anni in realtà nasconda un effetto collaterale così grave. Vediamo insieme cosa dicono gli esperti.

    In realtà non il cesareo la causa, ma un fatto psicologico. Secondo gli scienziati, sarebbero il senso di fallimento e la perdita di controllo i principali sospettati di avere un coinvolgimento nella manifestazione del disturbo. Non mettere al mondo in modo naturale il proprio piccolo è un grave smacco.

    È ovvio che questo senso di fallimento a volte capita anche alle donne che hanno avuto un parto naturale, magari perché non riescono ad allattare e non si sento all’altezza del loro nuovo ruolo. I dati confermano che il tasso di depressione era più alto nelle donne che avevano partorito con il taglio cesareo programmato.

    Per fortuna il parto naturale sta ritornando a essere quello più raccomandato, anche perché in Italia ci sono i tassi di cesarei più alti d’Europa. Spesso è praticato inutilmente e richiesto dalle mamme solo per paura del dolore, come se quest’intervento fosse una passeggiata.