Depressione post partum, colpito un papà su 10

da , il

    Quando si parla di depressione post partum, si pensa sempre alle mamme. Ma già qualche settimana fa abbiamo annunciato che può essere una patologia che colpisce sia le mamme adottive sia i papà. C’è molto di più: le statistiche dimostrano che per cause diverse, gli uomini e le donne hanno la stessa probabilità di soffrire di depressione post partum. I dati sostengono che il 10% degli uomini soffra prima o dopo la nascita, mentre una volta che il bambino ha raggiunto l’ano di vita, il 25% dei padri è psicologicamente un po’ giù. La situazione non è incoraggiante e mi spiace, ma sono anche dell’idea che per gli uomini subentri anche un po’ di frustrazione.

    Si sentono meno apprezzati e coccolati. Poi, questa è colpa delle mamme, spesso vengono trattati come se fossero non in grado. I dati che abbiamo riportato sono ricavati dallo studio dell’Eastern Virginia Medical School. Ma quali sono i sintomi? Come si manifesta?

    I sintomi sono molto probabilmente una risposta alle pressioni della sopraggiunta paternità. Aumenta lo stress a causa delle spese in piu’ per l’arrivo del nuovo figlio, i cambiamenti nel rapporto con la partner e la paura di assumersi la responsabilità.

    Circa l’8 per cento degli uomini inizia a soffrire 12 settimane prima del parto e dopo la nascita. Non va presa sotto gamba questo tipo di depressione e non bisogna deridere i papà, anche se sono visti come il lato forte della famiglia: la depressione paterna e’ grave e può’ avere effetti sullo sviluppo dei bambini.

    Foto tratte da

    wordpress.com

    medicinalive.com

    tuttomamma.com

    panorama.it

    mammeunite.it