Depressione post partum: attenzione alle gravidanze difficili

da , il

    Complicazioni gravidanza

    Una gravidanza complessa può innescare la depressione post partum. A sostenerlo è uno studio dei ricercatori olandesi che hanno analizzato la sindrome baby blues, che si manifesta nei primi tre mesi dopo il parto. Molti medici si sono interrogati sulle cause di questo problema, ma nessuno è arrivato a scoprirne con certezza la causa. La nuova ipotesi è, appunto, che le complicanze in gravidanza o anche un parto particolarmente difficile possano essere collegati all’esordire dei sintomi depressivi. Per raggiungere questa tesi, i ricercatori hanno analizzato i dati di 5.000 donne.

    I dati acquisiti rivelano che una complicazione in gravidanza o nel parto aumenta la probabilità di sviluppare la depressione post parto e che questa aumenta ulteriormente se più di una cosa va storta. Le donne ricoverate in ospedale durante la gravidanza, infatti, avevano più del doppio il rischio di depressione post-partum, rispetto a coloro che sono rimaste fuori dall’ospedale.

    Credo sia abbastanza normale avere un po’ di “depressione” passando mesi in ospedale, capita anche a chi non è in stato interessante. Le donne più a rischio, tra quelle studiate, sono quelle che avevano sofferto di pre-eclampsia lo erano ancora di più (quasi il doppio in più).

    Gli «operatori sanitari coinvolti nella cura per le donne in gravidanza, o dopo il parto, e dei loro bambini devono essere consapevoli del rischio notevolmente aumentato di depressione post partum associata alle complicanze in gravidanza a al parto difficoltoso», ha dichiarato la dottoressa Pauline Jansen co-autore dello studio.