Dal pannolino al vasino, una tappa fondamentale nello sviluppo dei bambini

da , il

    Dal pannolino al vasino

    Il passaggio dal pannolino al vasino è un momento di svolta nella crescita dei bambini. Si tratta di uno step fondamentale nella lunga strada verso l’autonomia, e in genere si situa tra i 20 e i 24 mesi. Accade in quel momento specifico dello sviluppo infantile, in cui il piccolo comincia a gestire in proprio i suoi bisogni fisiologici, imparando a riconoscere lo stimolo in tempo e usare lo strumento giusto per espletare l’operazione. Parliamo appunto del vasino, l’indispensabile traghettatore dalla fase pannolini a quella wc, che quindi mamma e papà devono proporre al loro bimbo nel momento delicato della transizione.

    Vasino, perché il bambino lo rifiuta

    Sarebbe tutto perfetto se questo delicato passaggio avvenisse spontaneamente al momento giusto e senza resistenze dal parte del pargoletto. Peccato che non sempre la via del vasino sia così priva di ostacoli. Come molti genitori avranno appreso a proprie spese, l’introduzione di questo “aggeggio” (che poi, nelle versioni contemporanee, è anche molto divertente, quasi un giocattolo colorato) non è affare di poco conto per un bimbo, e non è scontato che accetti subito e con entusiasmo di adoperarlo nel modo e nei tempi giusti.

    Si tratta, infatti, di un momento in cui il piccolo necessita di tutto il sostegno di mamma e papà. Non vi dovete scoraggiare se, nonostante tutte le vostre coccole e attenzioni, e la certezza che, dal punto di vista della crescita, vostro figlio è maturo per raggiungere l’autonomia a proposito di pipì e cacca, si rifiuta di usarlo. E’ abbastanza normale che il bimbo faccia resistenza, e resti “attaccato” ai confortevoli pannolini, che gli offrono l’opportunità di essere accudito da voi come il vasino non permetterebbe. Insomma, crescere è sempre una gran fatica!

    Vasino, consigli per l’uso

    Come si può aiutare il bambino ad abbandonare il pannolino? Dunque, vediamo quali utili accorgimenti potete usare per far diventare il vasino un fedele alleato del vostro bambino e non il nemico da abbattere. Innanzi tutto la gradualità. Dopo i 20 mesi potete cominciare a togliere il pannolino al bimbo per alcune ore al giorno, e invogliarlo a usare il vasino facendo in modo che si trovi sempre nello stesso ambiente in cui gioca il piccolo. Un consiglio: cercate di coinvolgere vostro figlio quanto più possibile in ogni novità che lo interessi, quindi, anche nell’acquisto di questo strumento.

    In commercio ce ne sono di carinissimi, fate scegliere al diretto interessato il modello che preferisce, e lasciate pure che lo usi tranquillamente come gioco anche quando ha il pannolino addosso. Si abituerà prima e prenderà confidenza senza traumi. Quando poi, e succederà soprattutto all’inizio, non riuscendo ancora bene a calcolare i tempi, farà il “pasticcio”, ovvero farà i bisognini per casa perché non ha fatto in tempo a raggiungere il vasino, non mortificatelo! Se poi vedete che il bimbo manifesta sospetto e rifiuto, non insistete, ma provate a mettere il vasino da parte per qualche tempo, per poi riproporlo in un momento più propizio.

    Una cosa molto importante che dovete fare è festeggiare i progressi di vostro figlio con adeguato entusiasmo. Un bel rinforzo, con coccole e magari un piccolo premio, è indispensabile soprattutto la prima volta che userà il vasino nel modo corretto. Per lui sarà gratificante e un incentivo a continuare così. Se, infine, l’avversione è assoluta e persistente, può darsi che il vostro bambino sia già pronto per il water. Fatelo provare, magari è più maturo della sua età, e ha solo bisogno di confrontarsi con le cose dei “grandi”.