Creme solari per neonati sconsigliate dai pediatri della Food and Drug Administration

da , il

    bambini in spiaggia sempre coperti

    Dai pediatri americani della Food and Drug Administration (FDA) arriva un consiglio che certamente lascerà a bocca aperta non poche mamme. Premesso che i bambini non devono scottarsi al mare, perché sarebbe molto pericoloso per la loro salute, secondo Hari Cheryl Sachs, pediatra presso la Food and Drug Administration (FDA), sarebbe anche da evitare di applicare creme solari sui bambini fino agli otto mesi, perché le sostanze chimiche delle creme solari potrebbero aumentare la probabilità di reazione allergica o di infiammazione dopo una giornata in spiaggia.

    Nel caso in cui sia impossibile tenere i piccolissimi lontani dal sole, i pediatri consigliano di fare una prova allergica applicando un po’ di crema su un braccio e vedere la reazione. Vietato poi mettere la crema sulle mani dei bambini perché solitamente i piccoli sono abituati a mettersi le mani in bocca e il rischio è quello di ingerire sostanze chimiche nocive.

    Per proteggere i bambini dal sole i consigli sono quelli di vestirli adeguatamente e di farli stare all’ombra. Ricordiamo infatti che le scottature, soprattutto sulla pelle delicata dei bambini, sono pericolosissime perchè possono aumentare il rischio di ammalarsi di tumore in età adulta. Se un bambino si scotta è necessario contattare il pediatra che può così valutare la situazione.

    Dopo i due anni i bambini possono cominciare a stare al sole ma mai nelle ore centrali della giornata e soprattutto devono essere riparati correttamente con occhiali e cappellino. Nella fascia oraria tra le 11 e le 15 le radiazioni ultraviolette sono più forti e per questo i bambini devono tassativamente restare all’ombra.

    Anche durante i bagni nel mare o in piscina, è bene che i piccoli siano coperti, con una maglietta in cotone bianco che riesca ad attenuare la penetrazione dei raggi solari sulla loro pelle.

    Come sottolinea Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti” il periodo estivo è talvolta pericoloso per i piccoli che con il caldo e i raggi solari rischiano la disidratazione. Proprio per questo è importante che bevano spesso per reidratare i liquidi persi.

    Inoltre è raccomandabile per i genitori non lasciare mai i bambini soli in macchina: la morte per ipotermia può avvenire in due ore.