Corso preparto: a cosa serve, quando e cosa si fa

Informazioni utili per saperne di più sul corso preparto, per capire meglio di cosa si tratta, a cosa serve, quando si fa e come.

da , il

    Il corso preparto, un valido alleato delle future mamme per prepararsi al meglio al fatidico giorno. Una possibilità, ma non un obbligo, che non tutte le donne incinta conoscono davvero. Ecco qualche informazione utile sul corso preparto, su questo percorso di preparazione alla nascita della nuova vita, all’arrivo di un bebè in famiglia. Qualche informazione utile per capire meglio a cosa serve, quando e cosa si fa.

    Di cosa si tratta

    Non è altro che un corso, suddiviso solitamente in diverse lezioni, che gli ospedali, i consultori e le Asl organizzano per preparare le gestanti alla fine della loro dolce attesa, alla nascita del piccolo. Un corso che può essere declinato in diversi modi: ci sono quelli più tradizionali, che prevedono qualche incontro di teoria e la visita della sala parto della struttura sanitaria, o quelli più alternativi, come quelli che includono anche sessioni di ginnastica, movimenti yoga e prove pratiche.

    C’è un corso preparto per ogni preferenza, quindi. Come scegliere? La futura mamma dovrebbe optare per il corso più in linea con le sue esigenze e solitamente il consiglio è di seguire quello offerto dall’ospedale scelto per il parto. Infatti, in questo modo, la gestante comincia a prendere un po’ confidenza con la struttura e il personale sanitario.

    A cosa serve

    A cosa serve il corso preparto? Le più scettiche tra le future mamme se lo domandano più volte prima di prendere una decisione. La risposta potrebbe essere: a molto. Sì, perché durante gli incontri gli specialisti presenti, dall’ostetrica alla puericultrice fino al ginecologo, forniscono alla gestante informazioni preziose sia sulle ultime settimane di attesa, sia sul parto stesso, sia sui primi mesi di vita del bambino. Informazioni teoriche, ma anche moltissimi consigli pratici, che vanno dai suggerimenti su come interpretare le contrazioni fino alle spiegazioni in merito alle tecniche di rilassamento e respirazione.

    Quando e come

    Il consiglio è di seguire un corso di preparazione al parto a partire dal terzo trimestre di gravidanza, cioè non prima del sesto-settimo mese. Come anticipato, ne esistono diverse versioni e declinazioni, ma solitamente la durata minima del corso è di otto lezioni, che garantiscono un percorso davvero completo, sia a livello teorico sia a livello pratico, dalle informazioni utili agli esercizi di preparazione al parto. Si può seguire da sole o in compagnia del partner, per coinvolgere anche i futuri padri in un momento così particolare della vita della donna e della coppia.

    Dolcetto o scherzetto?