Correre in gravidanza fa bene fino al terzo mese

da , il

    correre maternità

    Si può correre in gravidanza? La gestazione non è una malattia e quindi con le dovute precauzioni tutto, ovviamente si può fare. Sono tante le donne che amano correre: aiuta a tonificare, a mantenersi in forma, costa poco e soprattutto scarica la tensione. Questo sport, facile da eseguire un po’ a tutte le età, presenta dei vantaggi e degli svantaggi. Partiamo dal presupposto che se la vostra settimana, da sempre, prevede un paio d’ore di corsetta, non c’è scritto da nessuna parte che non dobbiate continuare. Certo le nausee del primo trimestre e dopo il peso della pancia potrebbero rendere difficile il vostro sport preferito.

    Quando si può correre
    Prima però di allenarvi per la maratona, consultate il vostro medico di fiducia, fate gli esami per controllare che la gravidanza prosegua regolarmente. Viceversa se non lo avete mai fatto, non è il caso di iniziare proprio in questa fase della vita. Correre va bene, se fatto con moderazione (non superare i 140 battiti al minuto), possibilmente senza sforzi eccessivi e da persone già allenate. Se il vostro profilo, rispecchia queste caratteristiche vi consigliamo di impegnarvi non più di 40 minuti a settimana (due sessioni da 20 minuti l’una). I medici più moderni consigliano di correre fino al terzo trimestre. Arrivati a questa fase interrompere è abbastanza normale, anche perché il peso della pancia rende difficile il movimento. Tutte le altre future mammine possono passeggiare tranquillamente.

    Quando è preferibile smettere di correre
    La prima regola è correre poco e con un ritmo dolce, non dovete mai arrivare alla fine dell’allenamento esauste o senza fiato. È uno stress troppo forte, per il tuo fisico, ma anche per la salute del tuo bambino. Ci sono poi dei sintomi che devono allarmarvi. Chiamate subito il medico, se dovesse girarvi la testa o farvi male, se notate difficoltà a respirare anche a riposo, se la debolezza muscolare è eccessiva, se notate delle perdite vaginali o dovessero manifestarsi delle contrazioni. Inoltre, fate attenzione ai movimenti del bambino. Se notate che dopo un allenamento, lo avvertite poco o sempre meno, forse è il caso di farvi controllare.

    Correre per non ingrassare
    Sono molte le donne che hanno paura del peso. Ci sono signore che appena sanno di essere incinte decidono di mangiare per quattro e signore che invece si mettono a dieta. In entrambi i casi, si sbaglia. Il fabbisogno extra quotidiano per una donna incinta è di circa 300 calorie, un po’ meno nel primo trimestre per poi aumentare un pochino nel secondo e soprattutto nel terzo. 300 calorie non sono poi così tante. Se state pensando di correre per non ingrassare, commettete un errore. Un aumento fisiologico di peso è necessario, ma per mantenersi in forma sarà sufficiente non mangiare troppo e seguire la dieta bilanciata proposta dal vostro ginecologo. Infine, una raccomandazione: durante l’ultimo trimestre preferite uno sport più dolce come lo yoga e il nuoto.