Cordone ombelicale: medicazione prima e dopo la caduta

da , il

    La medicazione del cordone ombelicale è una delle cose che preoccupa di più le neo mamme, appena portano a casa il loro bebè. Bisogna aspettare che il moncone rimasto attaccato si secchi e si stacchi, dando vita all’ombelico. Ma vediamo quali sono i passi da seguire per una perfetta medicazione e cicatrizzazione.

    In linea di massima ci vogliono da 1 a 3 settimane perché il moncone del cordone ombelicale venga via. Nel frattempo bisogna detergerlo e asciugarlo benissimo due volte al giorno, per evitare infezioni e migliorare la cicatrizzazione. Questa zona del corpo è molto delicata e sarà importantissimo che le vostre mani siano sempre ben pulite prima di procedere alla medicazione.

    Come medicare il cordone ombelicale? La medicazione del moncone del cordone ombelicale va fatta almeno una volta al giorno e comunque tutte le volte che la garza si sporca di feci o urina.

    Per la medicazione potete utilizzare acqua (meglio se appena tiepida) e sapone o alcol a 60 gradi. Siate delicate nello sfregare la zona di attacco del cordone, è importante che sia stimolato a staccarsi ma senza esagerare. Insomma dovrà cadere da solo, non dovrete farlo voi per nessun motivo.

    Detergete quindi la base del moncone, tendendo sopra la garza imbevuta di alcol, per favorire il processo naturale di essicamento.

    Rimuovete con attenzione tutti i residui e le secrezioni che potrebbero altrimenti infettarsi. Se notate strani arrossamenti o gonfiore chiamate il pediatra. Quando avete terminato asciugate bene la zona.

    Avvolgete il moncone in un’altra garza imbevuta di disinfettante, per evitare eventuali infiammazioni e infine fissatela al pancino del neonato con una fascia elastica apposita.

    Dopo che il moncone sarà venuto via in modo naturale potrete incominciare a fare il bagnetto al vostro bimbo. Prima, continuate invece a pulirlo con spugnette e salviettine detergenti. Sarà anche un modo per coccolarlo e, compreso il momento dell’allattamento, per instaurare un rapporto complice fra di voi.