Concorsi di bellezza per bambine: gli USA dicono basta!

da , il

    concorsi bellezza bambine

    Basta concorsi di bellezza per le bambine: l’appello arriva dagli USA, una nazione che ha sempre promosso questo tipo di concorso. Le bambine e le ragazzine che vi partecipano hanno dai 3 ai 16 anni: truccate, acconciate e qualche volta sottoposte anche a piccoli interventi per renderle ancora più somiglianti a delle bamboline. Uno sfruttamento che inizia già dalla più tenera età e a cui, finalmente gli americani si stanno ribellando.

    Pensate che il biglietto d’ingresso ai concorsi costa dai 100 ai 200 dollari ma come dice alla tv Abc, una mamma, Heather Coke: ‘Sì, anch’io pensavo fosse una cifra folle, ma alla fine la nostra Jayleigh ha vinto il primo premio a Sommervile: 1800 dollari. E sono cominciati a piovere i ricchissimi contratti. In fondo non è lo stesso con i bambini sono allevati nel sogno del baseball?‘. Paul Peterson, un attore bambino ha però deciso di fondare l’organizzazione ‘A Minor Consideration’ e ha affermato: ‘Non solo questi concorsi tolgono tempo ed energie: creano nelle bambine aspettative sessuali. Nutrendo l’industria del sesso di domani’.