Come vestire un neonato in inverno: consigli pratici [FOTO]

Avrà caldo o avrà freddo? Ecco l'abbigliamento giusto per far star bene i bambini più piccoli

da , il

    Sta arrivando l’inverno, ma sappiamo come vestire un neonato in questa stagione? Anche nei mesi freddi infatti i bambini è bene che stiano all’aria aperta e non chiusi in casa, e una mamma deve poter garantire al proprio piccolo di stare bene. Dalle tutine alle scarpe, ecco gli indumenti che dobbiamo prevedere per garantire comfort, calore, delicatezza sulla pelle e praticità al nostro bambino nei suoi primi mesi di vita.

    I mesi freddi sono alle porte e le nuove mamme sono giustamente alle prese con i dubbi su come sia giusto vestire il proprio bambino per evitare le malattie da raffreddamento. La prima regola da seguire è quella che i neonati non vanno mai coperti eccessivamente, perchè a differenza di quanto si possa pensare, escludendo i primi giorni successivi alla nascita, un bambino non ha più freddo di un adulto. E per capire se il piccolo ha freddo oppure caldo non ci si deve basare dalla temperatura delle manine e dei piedini, che sono generalmente freddi perchè la circolazione non è ancora in grado di autoregolarsi, ma dalla nuca: se è calda e sudata il bimbo è troppo coperto, e va sottolineato che coprirlo troppo è deleterio quanto non coprirlo perchè diventa nervoso e sudando perde liquidi.

    Allora cos’è meglio fare per essere sicuri di non esagerare?

    Il body intimo, l’indumento più importante

    Per prima cosa l’indumento da fargli indossare a contatto con la pelle deve essere un body di cotone e non di lana perchè quest’ultima potrebbe irritare la pelle. Nei mesi invernali meno freddi come novembre si può scegliere la mezza manica, come il Baby Biofibra al Latte Relaxsan acquistabile anche comodamente online qui, mentre in quelli più freddi si può scegliere un body a manica lunga.

    L’importanza delle etichette

    Tutto ciò che deciderete di mettere al di sopra dipende dal vostro gusto, ma anche in questo caso esistono delle regole da seguire volte al benessere del vostro bambino. Sembra quasi inutile ripeterlo ma molti brand hanno ormai l’abitudine di introdurre fibre sintetiche anche nell’abbigliamento dei più piccoli, quindi prestate attenzione alle etichette e scegliete solo vestiti in tessuti naturali come il cotone, la lana, la seta o il lino, che oltre ad evitare problemi di allergie ed irritazioni, permettono alla pelle di respirare e di autoregolarsi con la temperatura.

    Neonati alla moda

    L’altra regola doverosa è quella che un neonato non sa ancora nulla della moda e dei trend da seguire, e l’unica cosa che chiederebbe se potesse già parlare sarebbe di poter indossare un abbigliamento comodo, morbido e senza costrizioni. Al bando quindi tessuti ruvidi e rigidi, cinture e bretelle, lacci e bottoni, cravatte e papillon, e a tutto ciò che può oltretutto comportare un pericolo per la sua salute. Meglio una tutina intera in morbida e calda ciniglia che vestiti ingombranti che piacciono di più alle mamme e ai papà.

    E le scarpine?

    Un neonato non cammina, e in linea di massima le scarpine sono inutili, ma oltre a delle calzine comode e calde come quelle in cotone soft che possono essere acquistate sul sito Prenatal, se uscite e il piccolo non è protetto ai piedi da una tutona o da un piumino è bene pensare a delle scarpine morbide come quelle in ciniglia in vendita da Prenatal.

    Non dimentichiamo poi il cappellino per proteggerlo dall’otite, che va scelto in un materiale morbidissimo per non far innervosire il piccolo!

    Un consiglio utile

    Durante la stagione invernale il dilemma riguarda soprattutto i giorni in cui i neonati vanno portati fuori casa magari per compiere delle commissioni, per via dell’alternanza del caldo e del freddo. In questi casi la regola da seguire è quella di vestire i neonati “a cipolla”, ossia a strati, in modo da poter togliere gli indumenti a seconda che si entri o si esca.