Come scegliere il passeggino in 5 mosse

Ecco tutte le dritte utili per scegliere un passeggino in 5 semplici mosse, per trovare quello perfetto per il bebè in arrivo.

da , il

    304992_13277_XL

    Come scegliere il passeggino perfetto per il bebè in arrivo. Come districarsi, senza perdersi per strada, nella giungla delle mille proposte presenti in commercio. Il tutto, preferibilmente in 5 mosse, rapide e indolori, efficaci e che vadano dritte al punto. Sì, perché per i futuri genitori le scelte da fare, quando la dolce attesa avanza e la nascita del piccolo è sempre più imminente, sono più numerose di quanto di creda. Ma il passeggino è una di quelle fondamentali. Ecco le 5 mosse giuste da fare.

    1. Stanziare il budget

    $T2eC16VHJGYFFlKhOL+lBSQFuWt1Cg~~_32

    In tempi di crisi, è sicuramente una priorità. Ma è anche un buon modo per non sforare troppo, per non lasciarsi tentare da modelli ipertecnologici e super costosi di passeggini. Sì, perché anche se non tutti lo sanno, in commercio esistono passeggini davvero per tutti i gusti e tutti i prezzi. Da 150/200 euro fino ai 2000 euro e oltre. Quindi, meglio, fare chiarezza in anticipo sulla questione economica, sul budget davvero a disposizione per questa spesa. Il consiglio è di decidere la cifra massima che si è disposti a spendere, per cominciare a scegliere un passeggino che rispetti tale tetto di spesa.

    2. Fare il punto sulle priorità

    Annual Products 2014 Bugaboo Stroller 9 Colors For Choosing Baby Stroller Bugaboo Cameleon 2 With Carry

    Stabilita la somma da spendere, non resta che stabilire le priorità irrinunciabili. Cioè le caratteristiche che il passeggino perfetto per il piccolo dovrebbe avere. C’è chi preferisce puntare tutto sull’estetica, sui passeggini alla moda per esempio, chi sui materiali, chi sulla leggerezza o la manegevolezza. Chi, ancora, sugli accessori e gli optional. Insomma, ognuno ha le sue priorità, meglio chiarirsele in anticipo, per evitare scelte poco in linea con le proprie preferenze.

    3. Fare una prima selezione

    emmaljunga pram best baby stroller travel system

    Con budget e lista delle priorità alla mano, non resta che cominciare a fare una prima selezione dei passeggini papabili. Allo scopo, ci sono due opzioni possibili: i più temerari possono avventurarsi in diversi negozi specializzati in articoli per la prima infanzia, per farsi un’idea toccando con mano del ventaglio delle offerte a disposizione; i più pigri e tecnologici, invece, possono cominciare a scegliere alcuni passeggini cercando in rete. Da non dimenticare in questa fase un parametro importante, le dimensioni del passeggino, che devono essere in linea con il bagagliaio dell’automobile della famiglia.

    4. Analizzare e testare i pro e contro

    j3_4e6f1fa0abec9

    Scelta una rosa di passeggini in linea con le proprie esigenze e preferenze, priorità e disponibilità economiche, è il momento di stringere il cerchio. Sì, ma come? Innanzitutto, analizzando e, se possibile, testando con mano, i pro e i contro delle varie opzioni selezionate. Per farlo, il consiglio è di scegliere non più di 5 parametri di valutazione, come peso, prezzo, manegevolezza, sicurezza e completezza – cioè presenza di più optional possibili – per esempio. Il tutto sulla carta, ma non sol, a questo punto anche i meno avvezzi allo shopping dal vivo dovranno arrendersi a un giro in negozio per provare i passeggini selezionati.

    5. Scegliere e acquistare

    jan combi urban

    Analizzati e testati i fortunati passeggini preferiti, non resta che passare alla scelta vera e propria. A questo punto, senza troppe elucubrazioni o calcoli matematici di budget e costi benefici: i futuri genitori devono scegliere, tra le opzioni già a loro disposizione, il passeggino che si sentono più loro, che piace di più in assoluto.