Come prevenire le gravidanze indesiderate?

da , il

    Gravidanza non desiderata

    Non è facile prevenire il fenomeno delle gravidanze indesiderate, che spesso tocca da vicino soprattutto le ragazze di giovane età. Sono in aumento, anche in Italia, le baby mamme. Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’Università della Georgia (Usa), è inutile cercare di sponsorizzare l’astinenza come metodo anticoncezionale. Sono numerosi i programmi televisivi americani durante cui si tenta di scoraggiare i ragazzini ad avere rapporti, soprattutto non protetti.

    Secondo l’indagine, questi programmi non solo non ottengono i risultati sperati, ma spesso sembrano essere la causa dell’aumento delle gravidanze non programmate. L’obiettivo quindi non deve essere sponsorizzare l’astinenza. I giovani hanno bisogno di un’educazione sessuale completa, che sia in grado anche di superare i tabù e i pregiudizi.

    Durante lo studio sono state esaminate numerose gravidanze adolescenziali e i dati di nascita relativi a 48 Stati Usa. L’educazione sessuale ha un forte impatto e un effetto significativo sugli adolescenziali. E questo è un buon risultato, perché vuol dire che i giovani sono in ascolto, ciò però che è stato dimostrato è che tutto dipende dal programma che viene proposto.

    Il professor David Hall, coautore dello studio e assistente professore di genetica presso il “Franklin”, ha spiegato: “Questo dimostra chiaramente che l’educazione nelle scuole pubbliche prescritta alla sola astinenza non porta a un comportamento astinente. Può anche contribuire a elevare i tassi di gravidanza tra gli adolescenti negli Stati Uniti rispetto agli altri Paesi industrializzati”. È bene quindi cercare nuove politiche e far capire i reali rischi di determinati comportamenti, per prevenirli.