Come parlare di sessualità ai figli

da , il

    Spiegare sessualità figli

    Come parlare di sessualità ai figli? Se è vero che spetta ai genitori affrontare l’argomento più scottante di tutti con i propri figli, è altrettanto vero che non esiste un approccio perfetto e uno assolutamente sbagliato. Ma esistono modi soggettivi per affrontare il tema della sessualità e il ruolo di mamma e papà, che devono saper parlare con i propri pargoli nel modo giusto, è fondamentale. Ecco qualche informazione e consiglio utile.

    Non è mai troppo presto, o quasi, per cominciare a parlare di sessualità. Il sesso, infatti, deve essere vissuto dai genitori e, di riflesso dai figli, come un aspetto assolutamente naturale della vita, di cui si può parlare senza problemi o remore. Proprio per questo motivo, mamma e papà dovrebbero affrontare l’argomento con estrema tranquillità, descrivendone le caratteristiche e non nascondendo rischi e possibili pericoli, fin da quando i bambini sono piccoli. Si può cominciare quando il bambino ha cinque o sei anni, spiegandogli con calma quali sono le differenze anatomiche tra l’uomo e la donna e le funzioni a cui sono adibiti gli organi sessuali. Ormai, a questa età, il bambino ha la piena coscienza della diversità del proprio corpo rispetto a quello delle amichette o della sorellina, di conseguenza è bene che mamma e papà parlino con lui, dandogli delle spiegazioni e chiarendo fin da subito eventuali dubbi. Solo così si evitano fraintendimenti e imbarazzi inutili e pericolosi.

    Per facilitare il compito dei genitori, coinvolgendo il bambino in modo costruttivo, si possono utilizzare, per esempio, immagini e filmati educativi sul corpo umano, pensati su misura per i più piccoli. Da evitare tutte le bugie, come le classiche favole su farfalle, api e cicogne, che rischiano solo di confondere il bambino, che ha già un senso del pudore piuttosto definito. Ma, al contrario, dimostrarsi aperti al dialogo schietto e sincero, rispondendo a curiosità e domande senza imbarazzi o timori inutili.

    Nessun imbarazzo e nessuna omissione. Perché mamma e papà, parlando di sessualità con i figli devono affrontarne anche i possibili pericoli. La pedofilia, innanzitutto, che è l’emergenza più immediata quando si tratta di bambini o giovani adolescenti e di sesso. È fondamentale spiegare loro di cosa si tratta e dare dei consigli su come comportarsi con gli adulti, su cosa è giusto o sbagliato e su quali sono i possibili comportamenti anomali. Da lasciare da parte anche i piccoli e grandi tabù: il sesso non deve essere demonizzato, dovrebbe essere descritto come una parte della vita del tutto naturale, un momento di condivisione importante tra due persone che si amano. Il tutto evitando che diventi causa causa di tensioni tra genitori e figli, anzi dovrebbe essere uno spunto di discussione, un modo per confrontarsi e rafforzare il rapporto di fiducia.