Come interpretare i sogni dei bambini

da , il

    sogni-dei-bambini

    Come interpretare i sogni dei bambini. Recenti studi hanno dimostrato che l’attività onirica ha inizio nel pancione, dal terzo trimestre in poi la fase REM, quella dei sogni, occupa infatti il 50% del tempo che il feto trascorre a riposo. L’argomento è tutt’altro che trascurabile, difatti i sogni svolgono un ruolo decisivo nello sviluppo biologico e psicologico dei bambini. Imparare a interpretarli nel modo giusto è quindi fondamentale, specialmente se il piccolo ha incubi ricorrenti, potenziale segnale di disagio.

    I sogni dei bambini secondo Freud

    Freud, padre della psicoanalisi, definiva i sogni dei bambini chiari, brevi e coerenti, nonché contraddistinti da contenuti trasparenti, frutto dell’adempimento di desideri diurni o copia fedele di vicende vissute nella realtà. Solo a partire dalla cosiddetta terza infanzia (6-10 anni), in concomitanza con lo sviluppo cognitivo ed affettivo, il sogno acquisirebbe complessità, riempiendosi di messaggi simbolici mascherati. Gli incubi popolerebbero invece il sonno dei bambini fin dalla primissima infanzia, simboleggiando in taluni casi blocchi psicologici o disagi di vario tipo. Come comportarsi quindi se i bimbi hanno incubi? Abituateli a condividerli con voi, senza intervenire con commenti inopportuni, oppure invitateli a disegnarli su un foglio, ottimo metodo per esorcizzarli.

    Interpretazioni dei sogni ricorrenti

    Dato che i sogni riflettono lo stato di sviluppo sociale, cognitivo ed emotivo della personalità, è importante imparare ad interpretarli, rapportando i significati simbolici di ogni sogno al singolo bambino e al suo contesto. Ovviamente più i sogni sono ricchi di esperienze positive, meno problemi sussisteranno a livello psicologico. Gli incubi, specie quelli ricorrenti, indicano infatti dei blocchi o dei disagi, non per forza gravi ma comunque degni di considerazione. Ecco allora una carrellata dei sogni più frequenti con relativa interpretazione.

    Nudità

    La nudità, come suggerisce la parola stessa, mette a nudo. Può quindi indicare un sentimento di vergogna e vulnerabilità nei confronti del mondo esterno, la paura dello sguardo altrui, il timore di non essere accettati.

    Mostri

    I mostri sono incubi notturni dei bambini tra i più diffusi e segnalano solitamente paura di fronte al potere degli adulti o timore di perdere l’amore delle figure di riferimento. Ma il mostro simboleggia altresì un’insicurezza personale, dovuta all’incapacità di controllare le proprie forze istintive, non ancora dominate. Accade inoltre che i bambini proiettino nel mostro una persona reale che mette loro paura, un genitore, un insegnante o comunque una figura autoritaria che crea ansia, oppure al contrario che il mostro sia un loro alter ego, in grado di esprimere istinti tenuti a freno nella quotidianità.

    Volare

    Volare permette ai bambini di sottrarsi a situazioni pesanti o comunque costrittive, rappresenta infatti un desiderio di fuga nonché la sensazione di poterne uscire con le proprie forze.

    Essere intrappolati

    Capita spesso che i bambini sognino di essere intrappolati o di non riuscire a correre, se si tratta di sogni ricorrenti evidentemente il piccolo si sente minacciato da una situazione scomoda, che non riesce a controllare e ad affrontare.

    Animali

    In generale gli animali simboleggiano gli istinti, a ciascuno di essi ne corrispondono di diversi. Se l’animale è feroce e attacca il bambino, evidentemente c’è una persona che lo infastidisce o lo spaventa.

    Dolcetto o scherzetto?