Come finire i compiti delle vacanze in fretta

da , il

    finire-i-compiti-in-fretta

    Come finire i compiti delle vacanze in fretta. Il dovere viene prima del piacere ma in estate, si sa, la voglia di fare si riduce drasticamente, complici le tante attività divertenti cui ci si può finalmente dedicare. Capita così di ritrovarsi costretti a finire, o peggio ancora a iniziare, i compiti delle vacanze all’ultimo minuto. Il risultato è un’ansia terribile paragonabile a quella che si prova prima di un esame. Ma a tutto c’è un rimedio, ecco allora qualche consiglio utile per terminare i compiti alla velocità della luce.

    Selezionare gli argomenti da studiare

    Convincere i bambini a fare i compiti delle vacanze è tutt’altro che semplice e capita spesso che si ritrovino a doverli svolgere negli ultimissimi giorni prima del rientro a scuola. Studiare all’ultimo momento un programma troppo vasto è pressoché impossibile, ma seguendo alcuni consigli si può comunque evitare una figuraccia. Anzitutto si dovrà fare una lista di tutti i compiti assegnati per le vacanze e selezionare solo quelli più importanti. Quindi passare allo studio dedicando un tot di ore al giorno esclusivamente ad esso, eliminando ogni forma di distrazione come tv, radio o quant’altro. Potranno tornare utili anche i riassunti presenti nei libri ad inizio o fine capitolo.

    Selezionare i compiti da svolgere

    Stesso consiglio vale per i compiti da svolgere, meglio selezionare quelli più importanti, ovvero quelli che hanno più probabilità di venire controllati. Non vanno trascurate le materie in cui si è meno preparati onde evitare di peggiorare ulteriormente. Si consiglia di iniziare con i compiti più difficili e terminare la giornata di studio con quelli più semplici. Ovviamente si potrà chiedere l’aiuto di un compagno di classe più diligente che faciliterà il ripasso generale.

    Usare gli appunti

    Gli appunti sono tutt’altro che trascurabili, si tratta infatti di un riassunto dell’argomento da studiare fatto dal professore che in quanto tale contiene tutti i punti salienti, perlomeno quelli che lo sono a suo parere.

    Mangiare prima di iniziare lo studio

    Prima di iniziare lo studio sarà bene aver riempito lo stomaco, senza esagerare. I morsi della fame potrebbero indurre in tentazione, ovvero distrarre dai compiti. Basterà una buona colazione, una merenda con dolce fatto in casa, ideale anche per la scuola, e un pranzo ricco ma non troppo pesante, onde evitare l’effetto soporifero.