NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Come abbassare la febbre dei bambini

Come abbassare la febbre dei bambini

Scopriamo come far stare meglio i più piccoli in presenza di febbre

da in Bambini, Malattie, Salute bambini
Ultimo aggiornamento:
    Come abbassare la febbre dei bambini

    Se la temperatura corporea diventa alta, è necessario sapere come abbassare la febbre, soprattutto quando si parla di bambini. Infatti, anche se la febbre è un meccanismo di difesa dell’organismo e non una malattia, i genitori si preoccupano delle convulsioni febbrili. E’ quindi buona cosa non ricorrere a rimedi per abbassarla quando è bassa, ma a volte è opportuno ridurla affinché il bambino si senta meglio.

    Nella maggior parte dei casi la febbre nei bambini non deve preoccupare i genitori, perché essa costituisce la risposta dell’organismo a un’infezione virale o batterica.
    Si può parlare di febbre se la sua temperatura del corpo rilevata sotto l’ascella supera i 37° C, da 37,5° C se la si misura attraverso il retto o nell’orecchio.
    Se la febbre è inferiore ai 38°C non è indispensabile intervenire ricorrendo a farmaci o trattamenti per abbassarla, e i bambini generalmente la sopportano bene continuando a voler giocare. Un genitore deve tenere presente che nella maggior parte dei casi essa sta lavorando per sterilizzare il corpo da virus e batteri, aumentando anche la produzione di globuli bianchi che hanno anch’essi la proprietà di combattere le infezioni. In questi casi è sufficiente invitare il bambino a bere di più per evitare di incorrere nella disidratazione, e a differenza di quanto facevano le nostre nonne, evitare di coprirlo eccessivamente a meno che non siano presenti brividi. E’ anche consigliabile non imporre al bambino di mangiare se non ne avesse voglia, sostituendo i cibi solidi con cibi liquidi caldi o freddi.

    Quando però la febbre arriva a superare i 38,5°C gradi se misurata utilizzando l’ascella e diventa fastidiosa per il bambino, presentando sintomi come cefalea, nausea e/o vomito, dolori muscolari e/o articolari e sopore è opportuno abbassarla.

    • Aiutare il bambino ad assumere liquidi preparandogli spremute e succhi di frutta fresca
    • Vestire il bambino con un abbigliamento leggero
    • Abbassare la temperatura della camera facendola areare spesso
    • I rimedi omeopatici da sciogliere in poca acqua a 9 CH e nella dose di 3 granuli ogni 2 ore possono essere scelti fra il Gelsemium sempervirens, la Bryonia alba, l’Eupatorium perfoliatum e il Ferrum phosphoricum.
    • Gli impacchi di alcol non vanno utilizzati
    • Il ghiaccio sulla testa per far scendere la febbre non va utilizzato
    • Le spugnature con acqua tiepida vanno utilizzate solo se, somministrati gli antipiretici, non hanno avuto effetto

    Durante l’età pediatrica, per abbassare la febbre viene utilizzato il paracetamolo, o in alternativa alternativo l’Ibuprofene. E’ comunque consigliabile una terapia farmacologica solo quando la temperatura supera i 38,5°C a livello ascellare ed è accompagnata da sintomi fastidiosi per il bambino, e comunque sempre se essa dovesse superare i 40,0°C.
    L’aspirina va invece evitata nei bambini perchè studi hanno evidenziato la sua associazione con la sindrome di Reye.
    E’ bene comunque sottolineare che non vanno utilizzati farmaci per adulti in dosi ridotte, ma solo farmaci per bambini da somministrare secondo le dosi contenute nel foglietto illustrativo in base all’età o al peso del bambino.

    628

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniMalattieSalute bambini
    PIÙ POPOLARI