Che cos’è l’istinto materno?

da , il

    Sento spesso giovani ragazze dire che non hanno nessuna intenzione di diventare mamme, che non sentono l’istinto materno. Non è una cosa grave perché non tutte abbiamo una predisposizione alla maternità, talvolta ci vuole tempo ed è un sentimento (chiamiamolo così) che va fatto maturare.

    Gli esperti sostengono che l’attivazione dell’istinto materno può esserci solo nel momento altamente emotivo del parto, quando la donna, sia che viva un parto naturale, sia che lo viva in anestesia generale, alla fine dell’anestesia la prima cosa che sente è il bambino.

    Insomma, ragazze, non preoccupatevi se l’idea di avere figli ancora non vi alletta o non vi sentire pronte. Dopo i 30 si parla di orologio biologico, ma quello è un’altra cosa. Desiderare e cercare una gravidanza impone un desiderio e una maturità che non necessariamente sono collegate al puro istinto materno.

    L’uomo che vive il parto in modo attivo (così come tutta la gravidanza della sua compagna) fa crescere in sé l’istinto paterno, che non è dato né da una filosofia né da una ragione psicologica, ma (per le donne) da una scarica di prolattina. Capite quindi che si tratta di una reazione fisica e che avete tutto il tempo di provarla, quando toccherà a voi, quando deciderete di avere un bambino.

    Foto tratte da:

    bebeblog.it wininizio.it bambinopoli.it