Carla Bruni porta a casa Giulia in macchina e non usa il seggiolino: è polemica in Francia

da , il

    Carla Bruni è diventata mamma e le foto della modella all’uscita dalla clinica parigina La Muette, dove ha partorito, hanno davvero fatto il giro del mondo. La signora Sarkozy tiene in braccio la sua bambina Giulia (inizialmente si era detto che il nome fosse Dalia) avvolta in una morbida copertina. Davvero un momento di dolcezza, che ha reso Carla molto più simile alle donne comuni. In Francia però è scoppiata la polemica, perché la Première dame è salita in macchina (auto blindata con autista e scorta) tenendo sempre in braccio la piccolina e non usando il seggiolino.

    I motivi di questa scelta possono essere numerosi: magari è stata proprio la scorta che ha imposto per ragioni di sicurezza (diversi da quella stradale) che la mamma proteggesse la neonata in questo modo. Sta di fatto che in Francia hanno già puntato il dito, dicendo che è stato un pessimo messaggio. Ricordiamo, infatti, che sono molti i bimbi vittime di incidenti stradali e che ci sono delle misure, come le cinture e i seggiolini, obbligatori per tutti, anche per i vip.