Calendario delle vaccinazioni obbligatorie dei neonati e dei bambini

Calendario vaccinazioni obbligatorie

Le vaccinazioni dei bambini sono di tue tipi, obbligatorie e facoltative. Oggi approfondiremo il discorso relativo alle prime, che devono essere effettuate secondo un calendario ben preciso che stabilisce il momento giusto per effettuare le prime somministrazioni del vaccino e anche i successivi richiami. Innanzi tutto fermiamoci sul termine “obbligatorie”, significa che la Legge italiana le impone ai genitori, onde evitare che si ripropongano in modo epidemico malattie estremamente gravi che sono state debellate in modo più o meno definitivo, o che si sta cercando di eliminare (è il caso dell’epatite B).

Nel nostro Paese tutti i nuovi nati devono dunque essere sottoposti alla vaccinazione contro: poliomielite, difterite, tetano ed epatite virale B (inserita nel 1992). Vediamo meglio di che vaccini si tratta.

Le vaccinazioni obbligatorie: difterite

Il vaccino antidifterico è costituito dalla tossina che origina questa patologia infettiva che in tempi passati causava la morte di tantissimi bambini, “addomesticata” attraverso procedimenti chimici volti ad abbatterne la carica virale. Naturalmente, come tutti i vaccini, pur in modo innocuo è in grado di stimolare la risposta immunitaria dei piccoli contrastando così, qualunque attacco futuro da parte degli agenti patogeni che scatenano la difterite. Tuttavia, una sola dose non è sufficiente per garantire la perfetta immunizzazione. Durante il primo anno di vita l’anti-difterico verrà somministrato in tre volte: al 3° mese, al 5° mese, a ai 12 mesi. Successivamente, si effettuerà un richiamo intorno ai 5-6 anni del bambino, e un secondo richiamo tra gli 11 e i 15 anni.

Le vaccinazioni obbligatorie: tetano

Anche l’antitetanica è una vaccinazione obbligatoria che prevede una serie di richiami. E’ indispensabile effettuarli, perché il tetano è una patologia comunque sempre presente (in alcune zone del mondo, come l’Africa, miete ancora troppe vittime tra adulti e bambini), anche se non in modo omogeneo, ma soprattutto è una malattia terribile che non lascia praticamente scampo. Per quanto riguarda il calendario, è lo stesso dell’anti-difterica, quindi 3 dosi entro il primo anno di vita (3° mese, 5°mese e 12 mesi), un primo richiamo a 5-6 anni, e un secondo a 14.

Le vaccinazioni obbligatorie: poliomielite

Questa terribile malattia, la poliomielite, è praticamente scomparsa dal territorio italiano proprio grazie al programma di vaccinazione obbligatorio, per questo motivo, i nuovi vaccini (dal 2002) prevedono una somministrazione sequenziale rispetto all’unica dose orale (OPV) che era prevista in passato. Ora si preferisce la somministrazione esclusiva dell’antipolio inattivato IPV, secondo delle modalità che sono identiche per i neonati durante il primo anno di vita (3 dosi al 3°, 5° e 1° mese), ma che cambiano in seguito per il richiamo, in base all’anno di nascita. I bimbi nati dopo il 1° gennaio del 2004, infatti, fanno un richiamo intorno ai 5-6 anni, i bimbi nati prima di questa data fanno il richiamo tra il 2° e il 3° anno di età.

Le vaccinazioni obbligatorie: epatite virale B

Ai bambini viene somministrato il vaccino anti epatite virale B nelle consueta modalità tri-fasica, ovvero 3°, 5° e 12° mese di vita come gli altri, ma se il bimbo è figlio di madre portatrice del virus, allora una prima dose viene somministrata entro le 24 ore dalla nascita in associazione alle immunoglobuline. Successivamente si prosegue con una seconda dose al 1° mese, poi al 2° e infine al compimento del primo anno di età. Vediamo ora in modo schematico il calendario delle vaccinazioni obbligatorie.

Le vaccinazioni obbligatorie: calendario

  • 3°MESE

    1° dose ANTI-POLIO (IPV)
    1° dose DIFTERITE TETANO
    1° dose ANTIEPATITE B

  • 5° MESE

    2° dose ANTI-POLIO (IPV)
    2° dose DIFTERITE TETANO
    2° dose ANTIEPATITE B

  • 11°-12° MESE

    3° dose ANTI-POLIO (IPV)
    3° dose DIFTERITE TETANO
    3° dose ANTIEPATITE B

  • 3° ANNO

    4° dose ANTI-POLIO (il richiamo per i bimbi nati prima del 1° gennaio del 2004)

  • 6° ANNO

    4° dose DIFTERITE – TETANO
    4° dose ANTI POLIO (il richiamo per i bimbi nati dopo il 1° gennaio 2004)

Per approfondire il discorso relativo alle vaccinazioni dei bambini, leggete anche i seguenti articoli:
Le vaccinazioni: il vaccino trivalente
Vaccinazioni bambini: quelle per le mete esotiche
Salute bambini: arriva in Italia il super vaccino contro la meningite
Salute bambini: i vaccini li proteggono da tumori e leucemie
Dal 2012 il vaccino antinfluenzale ai bambini sarà somministrato tramite spray nasale

Segui Pour Femme

Mercoledì 30/11/2011 da

Commenti (1)

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
Carlo De Giuli Morghen 13 aprile 2012 12:32

La frase:
Il vaccino antidifterico è costituito dalla tossina che origina questa patologia infettiva che in tempi passati causava la morte di tantissimi bambini, “addomesticata” attraverso procedimenti chimici volti ad abbatterne la carica virale.

E’ errata nella sua parte finale “abbaterne la carica virale” !!!!!

Infatti si tratta di “attività tossica” della tossina e non di “carica virale” in quanto l’agente della difterite è un batterio (Corynebacterium diphteriae) e non un virus.

I virus infatti non producono tossine ma la loro attività patogena è dovuta o ad un effetto citocida correlato all’attività replicativa del virus stesso, o a trasformazione tumorale della cellula infettata.

Rispondi Segnala abuso
Scopri PourFemme
torna su