Calendario della gravidanza, come organizzarlo al meglio

da , il

    Calendario gravidanza come organizzarlo

    Quando una donna rimane incinta, una cosa utile da fare è organizzare un calendario della gravidanza al più presto. Esistono ormai tantissime app per smartphone dedicate alle mamme, molte della quali gratuite, che in pratica svolgono questo compito, ovvero quello di monitorare tutte le fasi della dolce attesa, dandovi una mano a districarvi tra tutte le straordinarie novità che state per affrontare. A partire dai cambiamenti del vostro corpo, mese per mese, proseguendo per gli esami da effettuare fino alla data del parto, le cose da acquistare, per voi e per il bebè, tutto questo lo potrete trovare già programmato.

    Ma se invece del modello elettronico, preferite crearvi un’agenda (meno tecnologica ma più originale e creativa) della gravidanza da voi, comprensiva di simbolini e annotazioni personali da segnare via via, allora ecco qualche utile suggerimento su come procedere. Siete pronte? Vediamo che materiale vi serve.

    Calendario della gravidanza, cosa serve

    Bè, materiale indispensabile un calendario, per prima cosa… da appendere, grande, con tante caselle vuote pronte per essere riempite con tutte le informazioni necessarie e i promemoria che potrete andare a controllare di volta in volta. Tenete conto che la suddivisione di una gravidanza è così composta: primo trimestre (dalla prima alla dodicesima settimana), secondo trimestre (dalla tredicesima alla 26ma settimana) e terzo trimestre (dalla 27ma alla 40ma settimana). Ma vediamo, di seguito, tutte le annotazioni indispensabili da inserire immediatamente, e da completare man mano che la gestazione prosegue

    Calendario della gravidanza, i cambiamenti fisici

    Una bella cosa da annotare sono le metamorfosi del vostro corpo, mese per mese: (anche noi di MammaPF abbiamo scritto tanto su questi argomenti, a partire proprio dai sintomi del primo mese).

    Calendario della gravidanza, gli esami da fare

    Importantissimo: Gli esami a cui la futura mamma deve sottoporsi: segnateveli subito, non appena il vostro ginecologo ve ne avrà fornito l’elenco, in questo modo saprete sempre cosa dovete fare e quando.

    Calendario della gravidanza: le fasi di crescita del feto

    La crescita del feto nell’utero scandirà il vostro calendario, rendendolo unico: queste indicazioni sono le più emozionanti, segnandovi le fasi dello sviluppo del vostro bebè nella pancia, saprete già cosa aspettarvi e potrete leggere su di voi le modifiche del vostro bambino.

    Calendario della gravidanza, disturbi e malesseri

    I Disturbi e sintomi della gravidanza sono sempre da annotare tutti, anche quelli apparentemente insignificanti: queste indicazioni sono piuttosto utili, create una sorta di lista di tutto ciò che trovate, depennando di seguito quelli che riscontrate su di voi.

    Calendario della gravidanza, la dieta da seguire

    La dieta della futura mamma è importantissima, meglio, perciò, indicare per filo e per segno quello che dovete mangiare: considerando sia il necessario apporto calorico e nutrizionale, che anche l’eventuale supporto vitaminico. La dieta ideale da seguire ve la fornirà il vostro medico, nell’ottica del mantenimento di un giusto peso (Alla fine della gestazione, infatti, la donna non dovrebbe aver aumentato più di 12 kg)

    Calendario della gravidanza, l’aumento ponderale

    Il vostro progressivo aumento ponderale è altra annotazione indispensabile: è collegato all’argomento precedente, segnatevi i cambiamenti di peso, mese per mese, segnando anche se i kg acquistati sono nella norma.