Caldo in gravidanza: trucchi e rimedi per trovare sollievo

Sentire caldo in gravidanza anche quando non è piena estate è normale poiché il metabolismo basale aumenta notevolmente. Ma a giugno, luglio ed agosto i disturbi più tipici della gravidanza aumentano e molte future mamme si preoccupano di trovare dei rimedi per affrontare il caldo in gravidanza. Ecco alcuni utili consigli per superare il problema in modo semplice ed efficace.

da , il

    Caldo in gravidanza: trucchi e rimedi per trovare sollievo

    Il caldo in gravidanza può rendere meno sopportabile la gestazione. Esistono però trucchi e rimedi per trovare sollievo e limitare disagi e senso di malessere anche in estate. La prima cosa, come consigliano da sempre nutrizionisti e medici, è quella di aumentare l’assunzione di acqua per mantenere una buona idratazione e per rimpiazzare i liquidi persi con il sudore. Ecco poi di seguito altri utili consigli per affrontare gli ultimi mesi di una gravidanza anche con il caldo.

    Durante la gravidanza, la futura mamma potrebbe avere problemi a causa della temperatura esterna più alta che caratterizza i mesi estivi: malesseri, giramenti di testa, difficoltà respiratorie, gonfiore di mani e piedi, sbalzi di pressione e stanchezza sono le reazioni al caldo.

    Ma è stato anche accertato che il caldo in gravidanza fa male oltre che alla mamma anche al feto poichè può provocare insufficienti livelli di liquido amniotico a causa della disidratazione.

    Affrontare gli attacchi di caldo in gravidanza con frullati e centrifughe

    Quando si è incinta è ancora più importante stare attente a non disidratarsi e indebolirsi a causa dell’eccessiva sudorazione. Per affrontare il problema con il sorriso sulle labbra via libera ai frullati di frutta e centrifugati di verdura. Freschi, dissetanti, nutrienti e facilmente digeribili, costituiscono una vera e propria riserva di preziose sostanze. Ad esempio, un buon frullato di banana, con il suo contenuto di potassio aiuta a mantenersi in forze e a contrastare i cali di pressione, mentre i frutti rossi (fragole, mirtilli, more ecc.) rilasciano fibre, calcio e le indispensabili vitamine B e C.

    Al bando il sale

    A tavola poi, attenzione al sale e ai sali “nascosti” (ovvero quelli contenuti per esempio negli insaccati e nei formaggi stagionati), che sono un attentato alla pressione sanguigna e predispongono alla fastidiosissima ritenzione idrica. Insomma, se non vi volete ritrovare con le dita a salsicciotto o le caviglie gonfie come ciambelle, evitare gli alimenti ricchi di sodio è indispensabile. Meglio tanta verdura, lavata alla perfezione, condita con spezie profumate al posto del sale.

    In gravidanza si sente più caldo con l’abbigliamento sbagliato

    Ma non solo con la dieta si contrasta il gran caldo: anche l’abbigliamento incide. Quando il pancione comincia a pesare, è bene prediligere abiti comodi in tessuti naturali, come il lino e il cotone, che non inibiscono la traspirazione, e se possibile sono da preferire quelli nei colori chiari. Anche le scarpe sono molto importanti: devono abbracciare il piede ma non essere in nessun caso troppo costrittive e pesanti.

    Al mare in gravidanza

    Se siete in vacanza al mare, sarebbe meglio evitare l’esposizione al sole nelle ore di punta. In gravidanza al mare è meglio godere della dolcezza del primo mattino o del tardo pomeriggio, quando i raggi del sole sono meno violenti. E comunque, una crema a protezione solare molto alta si impone per tutte.

    Per facilitare la circolazione, poi, una bella passeggiata con l’acqua che sfiora il pancione, magari mentre si fanno due chiacchiere con un’amica o con il proprio compagno, è certo un ottimo modo per passare il tempo. Anche una passeggiata mattutina può essere un’ottima abitudine: ovviamente prima che il sole sia alto in modo da godere delle brezza fresca del mattino.

    Attenzione poi, a chi soffre di macchie solari, ovvero di cloasma gravidico, un inestetismo dovuto agli ormoni della gravidanza. In questo caso, meglio evitare del tutto l’esposizione al sole e, se proprio non ci si vuol rinunciare, è bene proteggersi con una crema solare a schermo totale.

    Abbasso il sudore eccessivo

    In gravidanza la sudorazione può essere mantenuta sotto controllo utilizzando prodotti a base di avena colloidale e amido di riso che hanno proprietà assorbenti. Da sciogliere nell’acqua della vasca da bagno, sotto forma di talco o come spray sotto le ascelle aiuteranno la pelle a mantenersi asciutta più a lungo.

    Come affrontare il caldo di notte in gravidanza

    In gravidanza è già difficile riuscire ad avere un sonno regolare e le alte temperature estive non aiutano affatto. Per migliorare la situazione e riuscire a dormire bene nonostante il caldo la futura mamma dovrà prima di tutto scegliere lenzuola e un abbigliamento di cotone. Via libera poi ad una doccia fresca o ad un pediluvio con acqua fredda prima di mettersi a letto e nessuno vi vieta di utilizzare una borsa dell’acqua calda da riempire con del ghiaccio da utilizzare per rinfrescarvi.

    Insomma, con un po’ di buon senso e di prudenza, anche questa calda estate sarà affrontata con la giusta carica da tutte le mamme in attesa, sia che siano nel primo, nel secondo o nel terzo trimestre.