NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Bonus famiglia 2016: quali sono e come richiederli

Bonus famiglia 2016: quali sono e come richiederli
da in Aiuti di Stato gravidanza, Attualità per mamme, Bonus famiglia, Famiglia
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 01/03/2017 07:27

    bonus-famiglia-2016

    Bonus famiglia 2016, scopriamo quali sono e come richiederli. Anche per l’anno prossimo il Governo ha previsto una serie di agevolazioni fiscali e bonus dedicati alle famiglie bisognose. Anche se la nuova legge di Stabilità è ancora work in progress, alcuni bonus sono stati confermati anche per il 2016 e continueranno ad essere calcolati sulla base dell’attestazione ISEE.

    Partiamo dagli sconti sulle utenze domestiche, ovvero gas, luce e acqua, che come sappiamo incidono molto sul bilancio familiare. Per ora sono stati riconfermati i bonus energetici previa attestazione dello stato di indigenza attraverso compilazione del modulo ISEE. Mentre per l’acqua la domanda va inoltrata solo ai Comuni che hanno appositi contratti con i fornitori.

    Per quanto concerne il bonus bebè entrato in vigore il 1 gennaio 2015, esso corrisponderà anche nel 2016 alla cifra di 80 euro mensili e verrà garantito per 3 anni a partire dalla data di erogazione. La richiesta va inoltrata come sempre all’INPS entro 90 giorni dalla nascita o dall’adozione.

    Utilissima anche la Carta Acquisti, valida per bambini al di sotto dei 3 anni e per anziani al di sopra dei 65 anni. Vale 40 euro al mese ma ogni Comune può integrarla con una cifra a scelta. La Carta Acquisti va richiesta agli sportelli postali abilitati, per potervi beneficiare l’ISEE non deve superare i 6795,38 euro e i richiedenti devono possedere cittadinanza italiana o essere membri della UE.

    Non mancheranno agevolazioni per famiglie con bambini a scuola e all’asilo: confermato il bonus per l’acquisto di libri che permetterà di risparmiare sul materiale scolastico. Andrà richiesto come sempre presso il Comune di residenza e valutato sulla base dello scaglione di appartenenza.

    Previsti incentivi per l’acquisto di abitazioni mentre per le famiglie in affitto è confermata la possibilità di detrarre le spese dal 730 con cifre che raggiungono fino ai 500 euro. Anche in questo caso è indispensabile presentare domanda al Comune dopo aver richiesto l’attestazione ISEE.

    441

    PIÙ POPOLARI