Bimbo di 8 anni finisce al pronto soccorso: aveva giocato alla Playstation per 8 ore di seguito!

da , il

    Bimbo pronto soccorso playstation

    E’ finito al pronto soccorso per troppa… Playstation! Parliamo di un bimbo di 8 anni del Trentino, che dopo aver giocato al suo videogioco preferito per otto ore ininterrottamente (!!!), si è ritrovato completamente rattrappito e bloccato. Il piccolo è arrivato al pronto soccorso dell’ospedale di Arco con un torcicollo terribile, che i medici hanno definito come contrattura dolorosa da tensione muscolare prolungata. Per ridistendere la muscolatura del bambino, allentare il dolore e riportare il collo e la spalla in posizione naturale, è stato necessario effettuare un’iniezione.

    I medici hanno capito subito che dietro quella contrattura innaturale (soprattutto innaturale per un bimbo così piccolo), c’erano ore e ore trascorse in stato di continua tensione in una stessa posizione (quella assunta durante il gioco), anche perché, come hanno dichiarato al quotidiano locale “Il Trentino”, che ha segnalato la notizia, non si tratterebbe affatto di un caso isolato. I videogames come una droga?

    Pare proprio di sì, e nonostante le stesse ditte produttrici di videogiochi segnalino i possibili pericoli di un’applicazione prolungata alla Playstation, non sempre i bambini rispettano questa indicazione. Spetta a genitori o chi per loro (nonni, baby sitter, chiunque si occupi dei piccoli di casa) vigilare affinché un’innocua attività ricreativa si trasformi in un rischio per la salute!