Bambini vittime di incidenti stradali in aumento

da , il

    bambino incidente stradale

    Sono in aumento i bambini vittime di incidenti stradali. È un tema che abbiamo già trattato in passato, ma proprio ieri e oggi sono morti in modo tragico due piccoli: stamattina un bimbo di 4 anni è stato investito da un suv davanti alla materna, mentre ieri una mamma non si è accorta di aver travolto con l’auto suo figlio. Due episodi che fanno rabbrividire e riflettere: c’è bisogno di più prudenza e di maggiore attenzione.

    L’Osservatorio Asaps-Il Centauro, realizzato dall’Associazione Amici Polizia Stradale, ha raccolto i dati relativi al 2011, dai quali si evince che ci sono stati 541 incidenti gravi nei quali sono morti ben 65 bambini e 625 sono rimasti feriti. Un dato decisamente in aumento (+10 percento) rispetto al 2010.

    Il 69% dei bimbi deceduti erano a bordo del veicolo. Purtroppo non si conosce il dato rispetto alla sicurezza in macchina: non si sa quindi se i piccoli erano regolarmente allacciati. Cinque piccoli, invece, sono stati travolti in bicicletta, mentre 14 erano a piedi.

    Ma dove avvengono questi incidenti? Purtroppo nei centri abitati nel 62 percento dei casi. Solo 41 sinistri sono avvenuti in autostrada. Questo a dimostrazione di quanto sia importante mantenere alta la soglia di attenzione alta in qualsiasi momento, anche fuori da scuola o nel centro di un paese. La fascia d’età più colpita è quella tra 0 e 5 anni (55% dei decessi), segue quella da 6 a 10 anni (26%) e da 11 a 13 anni (17%).