Bambini, un minorenne su tre incontra fisicamente persone conosciute online

da , il

    bambini incontri online

    I bambini sono spesso in pericolo, quando vengono lasciati soli a navigare su Internet. E’ un comportamento dannoso molto diffuso e spesso i genitori non se ne rendono neanche conto. Ecco perché oggi diffondiamo i dati resi pubblici da Save the Children in occasione della Safer Internet Day. Un minorenne su tre incontra fisicamente persone conosciute online, con tutti i rischi che questo comporta. Ciò vuol dire che il 33 percento dei ragazzini può relazionarsi con persone poco sane e avere appuntamenti con malintenzionati.

    Ma non è tutto. Un adolescente su sei invia video o immagini di sé nudo a interlocutori “virtuali”, che in molte occasioni si trasformano in persone reali. Ora, so bene, che se siete genitori avete sentito come un brivido nella schiena. Valerio Neri, Direttore Generale di Save the Children Italia, ha commentato così: “Un bambino che utilizza il web privo degli strumenti per capire e gestire un mezzo che ha molte potenzialità ma altrettanti rischi, è un bambino che è potenzialmente sottoposto a rischio di abuso. I fatti di cronaca sono densi di episodi lo attestano”.

    Stando alla ricerca, circa il 10 percento dei bambini con massimo 13 anni si dà appuntamento con persone conosciute in rete e questa percentuale sale al 31 percento fra i 16 e i 17 anni. Ma c’è di più. Il 6.5 percento dei tredicenni e il 16 percento dei sedicenni invia immagini di propri nudi. Bisogna incrementare la sensibilità dei bambini e dei genitori all’uso consapevole di Internet.

    Le vittime di violenze e abusi sono sempre più piccoli. Secondo studi internazionali, nel 78% dei casi hanno meno di 12 anni, il 4% meno di 3-4 anni. Le immagini che di solito si possono reperire online non sono di carattere commerciale (pubblicità), ma private: esiste, infatti, un mercato di fotografie di minori. I genitori lo devono sapere e devono fare più attenzione alla tutela della privacy del bambino.