Bambini troppo sedentari, la colpa è dei genitori

da , il

    bambini sedentari e pigri

    I bambini troppo sedentari rischiano grosso: la colpa però è nella maggior parte dei casi dei genitori che non li stimolano abbastanza al movimento e che, molto spesso, trovano molto più comodo che passino i loro pomeriggi davanti alla televisione. La TV diventa così quasi una baby sitter e i piccoli trascorrono giornate intere tra merendine, videogiochi e programmi televisivi. La situazione peggiora proprio in questo periodo quando, con la chiusura delle scuole, i bambini hanno molto più tempo libero per lasciarsi andare alla pigrizia.

    Lo conferma uno studio della Oregon State University che è anche stato pubblicato sulla rivista ‘Early Child Development and Care’. I bambini con genitori che dedicano loro poco tempo passano in media 30 minuti in più ogni giorno davanti alla televisione. La situazione però peggiora nel week end: spesso infatti i genitori poco attenti ai figli, il sabato e la domenica lasciano i bambini davanti alla televisione, senza curarsi di organizzare per loro passatempi o gite fuori porta.

    “Un comportamento che va contro le naturali tendenze dei bambini in età prescolare”, ha sottolineato Bradley Cardinal, uno degli autori della ricerca. E’ molto importante secondo gli esperti che i bambini in età prescolare facciano più movimento; una volta che cominciano la scuola, le ore passate in classe e gli impegni dei compiti a casa, non permettono loro di fare molto movimento.

    “Per la loro socievolezza e anche per lo sviluppo cognitivo e cerebrale” è importante che i piccoli facciano movimento ogni giorni, sottolinea Cardinal. Secondo i ricercatori inoltre, i genitori che partecipano ai giochi dei figli anche solo stando nella stessa stanza con loro, hanno un impatto decisamente positivo sulla loro emotività rendendoli più sicuri e autonomi durante la crescita.

    Diventa quindi fondamentale superare la propria stanchezza e cercare sempre di coinvolgere i bambini in attività che stimolino la loro voglia di muoversi. Non solo far provare loro uno sport ma anche condividere con mamma e papà delle passeggiate e delle giornate fuori porta.

    Per quanto riguarda il periodo estivo, quando scuole e asili sono chiusi, sarebbe importante iscrivere i vostri piccoli a qualche campo estivo, in modo da stare in contatto con i loro coetanei e consumare le energie durante il giorno.

    Ricordate che passare i pomeriggi davanti alla televisione con merendine e stuzzichini, è molto pericoloso anche per la loro linea, dato che l’obesità infantile è un fenomeno sempre in crescita.

    Dolcetto o scherzetto?