Bambini, troppa violenza in televisione

da , il

    bambini tv troppa violenza

    Bambini sempre troppo esposti alla violenza. Il primo strumento che permette di far entrare in casa nostra atteggiamenti aggressivi e poco educativi è proprio la televisione. Ecco perché è fondamentale che i piccoli possano guardala accanto a un adulto, in grado di scegliere per lui i contenuti più giusti. Secondo una serie di indagini americane, il 70% dei programmi televisivi per bambini ha un contenuto violento. Direi che è una percentuale davvero troppo elevata. Devono stare però tranquilli i genitori, perché secondo una ricerca dell’Indiana University (Usa), gli ometti di casa non sono interessati a questo tipo di programmi.

    La violenza non rende più fascinosi i film o i serial, almeno agli occhi dei bambini. Sarà vero? Se devo aggiungere un commento personale, direi di no. Ma non è mancanza di fiducia nei confronti dei nostri bambini, ma semplicemente la consapevolezza che i piccolini amano imitare. Secondo Andrew Weaver, uno dei ricercatori, sono l’azione e l’avventura a tenere incollati i bimbi alla tv, non la violenza.

    “Ai produttori televisivi possiamo dire con sicurezza che se la violenza c’è, o non c’è, i bambini seguiranno i loro cartoni animati ugualmente“, ha voluto specificare l’esperto. Sta di fatto anche azioni troppo fantasiose devono essere spiegate dal genitore, bisogna far capire che si tratta di cartoni e che i bimbi veri non hanno certi poteri.

    Per giungere a questa tesi, c’è stato uno studio che ha coinvolto 128 bambini fra i 5 e gli 11 anni, maschi e femmine. Hanno visto quattro cartoni della durata di cinque minuti e poi hanno compilato una sorta di questionario di gradimento. È emerso che la violenza non fa ascolti.