Bambini sieropositivi in aumento in Italia

da , il

    bambini aids

    Sono in aumento i bambini sieropositivi anche in Italia. A dimostrarlo sono i dati illustrati durante il congresso IAS 2011, che si è tenuto proprio in questi giorni a Roma. Il numero dei minori sieropositivi presenti nella nostra Penisola è tra gli 800 e i 900. Ma sono le prospettive future fanno prevedere un aggravarsi della situazione. Le stime, infatti, dimostrano che ogni anno ci sono poco meno di 600 gravidanze portate avanti da donne sieropositive. Ciò significa che la probabilità di mettere al mondo sempre più piccoli malati è in continuo aumento.

    Il principale problema, quindi, è la trasmissione verticale da genitore a figlio. Molte delle donne in gravidanza sarebbero ignare della loro “sieropositività”, fino al momento del parto. E questo, con gravissime conseguenze per le eventuali terapie pre-parto. Spesso, infatti, non bisogna essere drogati per essere entrati in contatto con l’Hiv.

    Ricordiamo che basta avere rapporti non protetti con persone malate, andare da un medico poco professionale (come un dentista che usa attrezzi sporchi), da un’estetista improvvisata o un tatuatore che lavora in casa senza seguire le norme igieniche, ecc.

    È importante che le persone facciano il test dell’Hiv anche per un dubbio stupido. Trattare precocemente l’infezione significa evitare di contagiare altre persone e soprattutto ridurre la mortalità. Tra le altre cose, dovrebbe essere uno di quegli esami da fare quando si cerca una gravidanza.