Bambini, ogni anno muoiono 7,6 milioni di piccoli per cause banali

da , il

    save the children

    I bambini sono l’anello debole del nostro Mondo e lo dimostrano i dati di Save the Children: ogni anno muoiono 7,6 milioni di bambini sotto i 5 anni per cause banali. Ci tengo a sottolineare “cause banali”. È inaccettabile pensare a un piccolo che non diventerà mai grande, ma lo è ancora di più sapere che può accadere per una semplice diarrea o per una polmonite, malattia curabile in tutti i paesi occidentali. È questo l’allarme lanciato da Save the Children in occasione della campagna ‘Every One‘.

    Valerio Neri, direttore generale Save the Children Italia, ha commentato: “Dovremmo essere scossi nel profondo per il fatto che mentre nei nostri Paesi regna l’abbondanza fino allo spreco, 2,6 milioni di bambini non hanno neanche un pugno di riso da mangiare o un goccio di latte o acqua da bere”.

    L’Africa è il Paese più colpito: qui ci sono zone in cui muore un bambino su 2 entro i 5 anni e il 70 percento delle morti avviene prima del compimento dell’anno e il 40 percento nel primo mese di vita. Le cause? Complicazioni pre e post-parto (21%), polmonite (18%), malaria (16%), diarrea (15%). Ma vi sembra possibile perdere la vita per queste malattie?

    L’associazione sta raccogliendo fondi per il progetto ‘Lete per la vita‘. Come aiutare STC. Ci vuole davvero poco: è sufficiente mandare un sms solidale al 45595, fino al 24 marzo. In questo modo è possibile donare 1 euro dai cellulari Tim, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce, Tiscali e Nòverca, oppure 2 euro chiamando lo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Infostrada, Fastweb, TeleTu e Tiscali.